Chef e pasticcere, Diego Poli ha un curriculum di tutto rispetto, punteggiato da numerose stelle Michelin. Scopriamo di più sulla sua vita.

Sorridente e pacato, Diego Poli nasce come chef ma dopo diverse esperienze lavorative, anche in ristoranti stellati, decide di consacrare la sua vita alla pasticceria. Abbandona così la sua terra natale, la Versilia, e si trasferisce in Alta Badia, ma non in un posto qualunque. Scopriamo insieme qualche curiosità in più su Diego attraverso la sua biografia.

Chi è Diego Poli?

Diego, classe 1988, nasce in Versilia, Toscana, e da bambino ama trascorrere molto tempo nella fattoria di famiglia osservando il papà, ma soprattutto la nonna, al lavoro. È lei a trasmettergli l’amore e la passione per la cucina ed è ben vivo in lui il ricordo delle sue sapienti mani che con poco creavano piatti gustosi (per esempio l’usanza di cuocere le verdure nella brace del forno spento).

Sembra quasi scontato quindi il diploma presso l’istituto alberghiero di Massa Carrara, avvenuto nel 2006, a cui hanno fatto seguito diverse esperienze lavorative di spicco. Dopo un paio di anni trascorsi all’Hotel Byron, approfondisce le sue conoscenze nel campo della pasticceria lavorando al Principe di Piemonte prima e al Realis Chateaux Borgo San Pietro poi.

Per un breve periodo Diego è a Copenaghen e dopo un’esperienza italiana, partecipa a uno stage a El Celler de Can Roca, al fianco di Joan Roca e Jordi Roca. Dal 2019 è chef pasticcere dell’hotel Rosa Alpina di San Cassiano, al fianco dello chef Norbert Niederkofler.

3 curiosità su Diego Poli

– Diego è single ma da una precedente relazione ha avuto due bambine Rebecca e Ginevra. Sono loro, insieme alla cucina, le protagoniste indiscusse del suo profilo Instagram.

– Nel 2020 Poli è ospite della trasmissione di Rai Uno È sempre mezzogiorno al fianco di Antonella Clerici.

– Tra i suoi piatti preferiti c’è il panino con il lampredotto e la salsa verde, segno che è ancora molto legato alla sua terra di origine.

Il ricettario d’autunno per piatti gustosi e profumati


Fabrizio Rebollini: da un piccolo paesino alla TV

Chi è Alfio Bottaro, il tuttofare di È sempre mezzogiorno