Di origini uruguayane, lo chef Matias Perdomo ha conquistato il capoluogo lombardo con la sua cucina innovativa, ottenendo anche una stella Michelin.

Viso sorridente e capelli ricci, Matias Perdomo non ama stare sotto i riflettori. Per questo solo i più gastrofanatici lo conosceranno davvero, tutti gli altri al massimo l’avranno visto in TV, nella puntata finale di BakeOff Italia 2018. Ma chi è questo chef che a soli 21 anni decide di trasferirsi in Italia per aprire il suo primo ristorante? Vediamo di scoprirlo insieme!

Chi è Matias Perdomo

Classe 1980 (non è nota la data di nascita precisa), Matias è nato in Uruguay ma presto, a causa della dittatura, è costretto a fuggire insieme alla famiglia. Dopo un periodo trascorso con la valigia in mano tra Argentina, Brasile e Danimarca, torna in patria da adolescente.

Il suo carattere ribelle emerge fin da subito, quando decide a soli 14 anni di lasciare gli studi e dedicarsi ad attività più manuali. Lavora come falegname nella ditta dello zio e nel tempo libero frequenta corsi di cucina. Nasce così dal nulla una grande passione che ha come fine ultimo quello di lavorare nell’unico hotel 5 stelle del suo paese.

Giovane e con poca esperienza, il traguardo è impossibile da raggiungere. Così, dopo aver lavorato in una catena di ristoranti italiani di Montevideo, mette da parte un po’ di soldi e arriva in Italia, presso il ristorante milanese Al pont de fer, specializzato in cucina tradizionale. Nei 5 anni trascorsi lì però rivoluziona il menù, ottenendo nel 2011 la prima stella Michelin.

È il 2015 quando inaugura il suo primo ristorante, Contraste, sempre nel capoluogo lombardo. L’anno della svolta sarà il 2017 quando, oltre a ottenere l’ambita stella Michelin sarà anche eletto “miglior chef d’Italia” per la Guida ai Ristoranti di Identità Golose.

L’ultima tappa della sua crescita è l’apertura di Exit, una gastronomia urbana nel cuore della città destinata a soddisfare anche i palati più esigenti, che si ha poi aperto anche una sezione pastificio e, nel luglio 2023 anche in un nuovo locale: Exit spiaggia urbana a Forte dei Marmi. In questo caso lo chef, insieme a Simon Press e al maître sommelier Thomas Piras, hanno deciso di lasciare le redini della cucina alle nuove leve e diventare “solo” imprenditori per un nuovo concept di cucina che sta diventando sempre più ricercato.

Il ristorante di Matias Perdomo: menù e stelle Michelin

Contraste nasce appunto nel 2015 da Matias Perdomo, Simon Press e Thomas Piras, i quali hanno coltivato una comune visione sulla cucina e la filosofia dell’ospitalità per molti anni. La loro passione e dedizione hanno dato origine a questo progetto che ha ottenuto, come detto in precedenza, l’ambita stella Michelin.

La scelta di questo locale è totalmente innovativa, infatti Contraste ha da sempre optato per un approccio senza menù. Come scrivono sul sito ufficiale del locale, mentre di solito leggendo un menù la mente inizia a vagare, immaginando abbinamenti e colori, il ristorante ritiene che sapere esattamente gli ingredienti limiti la sorpresa e la scoperta, riducendo il ruolo dei clienti a semplici giudici. Al contrario, il desiderio di Contraste è di instaurare un rapporto di fiducia, complicità e libertà con i propri ospiti. Essi si mettono costantemente in discussione, condividendo la loro visione della cucina e offrendo due percorsi esperienziali con due diverse identità culinarie, dando così ai clienti la possibilità di fare scelte personalizzate.

Ci sono quindi due scelte nel ristorante di Matis Perdomo, con piatti non selezionati proprio per mantenere integra la filosofia del locale:

  • Menù “Riflesso”, la parola d’ordine è “divertimento”, trasforma la materia prima in gioco puntando sulla memoria del gusto.
  • Menù “Riflessioni”, questa strada si lancia su abbinamenti azzardati e poco usuali tra gli ingredienti per sfidare il palato a ogni boccone.

Matias Perdomo: moglie o fondanzata? La vita privata dello chef

Lo chef è sposato, ma tiene particolarmente alla sua vita privata: non abbiamo infatti informazioni sulla sua dolce metà, ma sappiamo che dal loro amore è nata una bambina: Matias Perdomo ha una figlia, e lo ha detto forse una delle primissime volte ai taccuini di Rolling Stones, dicendo: “mangia più di me, è un mutuo”.

Con la figlia, infatti, hanno in comune la passione per il cibo, in un post ha condiviso qualche scatto e video insieme a lei e, ha scritto queste poche righe sul rapporto con lei: “È incredibile quanto sia bello condividere con lei l’amore per il cibo e soprattutto la enorme passione per le verdure. Guardarla mangiare di gusto e sentirla interessata a nuovi sapori mi riempie sempre il cuore di gioia. Tale padre… tale figlia!.

3 curiosità su Matias Perdomo

• Adora la carne, come una bella tagliata cotta a puntino, lo si capisce subito dai post e storie che pubblica sul suo seguito profilo Instagram.

Leggi anche
Pochi ingredienti (e grande qualità): ecco come preparare un’ottima tagliata di manzo

• Dei tanti premi che riceve, Matias si reca di persona a ritirare unicamente quelli che non gli fanno perdere giornate lavorative presso il suo ristorante. Sostiene infatti che il lavoro dello chef sia cucinare e non lasciare il suo ristorante per nessuna ragione “futile”.

• Uno degli chef che per lui è più fonte di ispirazione è JoaRoca.

Riproduzione riservata © 2024 - PC

ultimo aggiornamento: 03-08-2023


Chi è Jennifer Dalla Zorza, sorella di Csaba

Chi è Ernst Knam, il pasticcere tedesco innamorato della famiglia (e di Bake Off)