Ingredienti:
• 6 carciofi
• 500 g di cipolle
• 1.5 kg di fave
• 500 g di patate
• 180 g di pancetta
• sale q.b.
• pepe q.b.
• olio EVO q.b.
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 30 min
cottura: 40 min

Una sorta di stufato di verdure con fave, carciofi e patate, reso ancora più buono dalla pancetta: ecco la ciaudedda lucana!

Definire la ciaudedda, anche per coloro che non ne hanno mai sentito parlare, non è poi così difficile. Basterà immaginare una sorta di stufato di verdure, solitamente carciofi, patate e fave, servito insieme a una fetta di pane tostato. È proprio da quest’ultima infatti che prende il suo nome: cialdella è il pane che la tradizione lucana vuole venga servito con le verdure per legare i sapori e dare sostanza al piatto.

Consumata sia calda che fredda in base alla stagione, la ciaudedda è un piatto povero davvero semplice da preparare e reso ancora più saporito dall’aggiunta della pancetta e di una discreta quantità di cipolle. Buono come contorno ma perfetto anche come piatto unico, può essere personalizzato anche in base alle verdure disponibili di stagione.

Ciaudedda
Ciaudedda

Come preparare la ciaudedda con la ricetta originale

  1. Per prima cosa occorre pulire le verdure. I carciofi sono quelli più ostici, ma potete acquistare direttamente i cuori di carciofo per velocizzare la preparazione. In alternativa, rimuovete un paio di giri di foglie esterne, le punte e le barbe interne e infine riducete un po’ il gambo. Tagliateli in 4 spicchi e metteteli in una ciotola colma di acqua acidulata con un limone.
  2. Rimuovete la pellicina delle fave, sbucciate e affettate cipolle e patate e tagliate a cubetti la pancetta (per una ciaudedda vegetariana potete tranquillamente ometterla).
  3. In una padella antiaderente scaldate un giro generoso di olio quindi unite cipolla e pancetta e fate rosolare a fiamma vivace per qualche minuto.
  4. Aggiungete quindi le altre verdure, coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma bassa per circa 40 minuti, fino a che le patate non saranno cotte. Per aiutarvi nella cottura, aggiungete un mestolo di acqua calda o brodo quando il fondo si asciuga eccessivamente.
  5. Regolate di sale e lasciate riposare per una decina di minuti prima di servirla.

Tra le altre ricette tipiche della Basilicata, vi consigliamo di provare la cialledda, un piatto a base di pane di Matera e verdure.

Mai più dieta punitiva! Scarica QUI il ricettario light di Primo Chef.

0/5 (0 Reviews)

Scopri i consigli per una casetta di pan di zenzero perfetta

TAG:
Cosa bolle in pentola

ultimo aggiornamento: 08-09-2020


Pane senza glutine (con farina di fagioli): il lievitato proteico che fa bene

Involtini di melanzane con pesce spada