Come fare le cipolle in agrodolce: la ricetta dell'antipasto sfizioso

Come fare le cipolle in agrodolce, un antipasto sfizioso

Ingredienti:
• 300 g di cipolline borettane
• 1/2 bicchiere di aceto balsamico di Modena
• 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
• 15 g di zucchero di canna
• 2 chiodi di garofano
• 1 bicchiere d’acqua
• pepe bianco e sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 5 min
cottura: 35 min

Le cipolle in agrodolce sono un antipasto o un contorno semplice che unisce due eccellenze del territorio emiliano. Ecco la ricetta irresistibile!

Le cipolle in agrodolce sono facili e veloci da preparare e sono deliziose in ogni occasione. Noi abbiamo usato le cipolline borettane che, unite ad aceto balsamico e zucchero dopo una cottura in padella, si sono trasformate in un antipasto sfizioso.

Questa varietà di cipolle prende il nome da un comune in provincia di Reggio Emilia, Boretto, dove viene coltivata fin dal XV secolo. L’altro grande prodotto del territorio è l’aceto balsamico di Modena e l’unione tra questi due alimenti crea un contorno sfizioso o un ottimo antipasto.

In alternativa allo zucchero possono essere caramellate con 80 g di miele di castagno. Vediamo subito la ricetta!

Cipolle in agrodolce
Cipolle in agrodolce

Come fare le cipolle in agrodolce

  1. Lavate bene le cipolline sotto l’acqua e togliete le radici.
  2. Prendete una pentola, aggiungete un filo d’olio, le cipolline, i chiodi di garofano e lasciate rosolare per qualche minuto a fuoco basso.
  3. Successivamente unite nella pentola lo zucchero di canna avendo cura di mescolare bene il tutto.
  4. Versate lentamente l’aceto balsamico, un bicchiere d’acqua, pepe, sale e lasciate che cuocia per 30 minuti (coprite con un coperchio). Se il sughetto dovesse risultare liquido anche dopo aver trascorso il tempo di cottura, vi suggeriamo di continuare la cottura alzando la fiamma e togliendo il coperchio.
  5. A questo punto, togliete dalla padella solo i chiodi di garofano e servite le cipolline in agrodolce con arrosti di carne e di pesce.

Potete conservare le cipolle in frigo per qualche giorno in un contenitore alto e stretto, chiuso, coperte con il loro fondo di cottura e, se serve, un’aggiunta di olio per non farle venire a contatto con l’aria.

Cipolle in agrodolce: varianti

Noi, per questa ricetta, abbiamo usato le cipolline borettane ma potete davvero scegliere la varietà e la modalità di cottura che preferite.

Ad esempio, per realizzare le cipolle di Tropea in agrodolce non dovete fare altro se non seguire la nostra ricetta. Siccome in questo caso vanno tagliate ad anelli, la preparazione sarà anche molto più veloce!

Per fare le cipolle in agrodolce al forno, invece, disponetele in una teglia con gli aromi e fate cuocere per 60 minuti in forno caldo a 200°C. Questi tempi di cottura vanno bene sia per le cipolline che per le cipolle a fette, ma ricordatevi sempre di controllarle e mescolare per evitare che brucino.

Le verdure in agrodolce sono un ottimo accompagnamento per moltissime pietanze sia a base di carne, sia di pesce e anche con i formaggi stagionati. Provate anche tutte le altre ricette con cipolle che abbiamo preparato per voi!

ultimo aggiornamento: 25-03-2017