Coda di rospo alla griglia

La coda di rospo alla griglia è un ottimo piatto di pesce, saporito e sostanzioso nel quale trovare i veri e naturali sapori del mare.

chiudi

Caricamento Player...

La coda di rospo alla griglia richiede pochissimi ingredienti, semplici ma perfetti. È un classico esempio di come, valorizzando il prodotto, si possa ottenere un piatto fantastico e buonissimo. La coda di rospo e la rana pescatrice sono lo stesso pesce. Il termine rana pescatrice si usa per indicare il pesce intero, mentre coda di rospo indica la sua parte terminale, detta appunto coda, privata dell’enorme testa di questo pesce di mare. In vendita spesso troviamo proprio la coda di rospo, pulita e pronta per essere cucinata. È comoda da mangiare perché non ha spine.

DIFFICOLTÀ: 1

COTTURA: 10′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 15′ + marinatura

Ingredienti per la coda di rospo alla griglia (4 persone)

  • 1 kg di filetti di rana pescatrice
  • 5 cucchiai di olio EVO
  • 100 ml di vino bianco secco
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 rametto di timo
  • 2 spicchi d’aglio
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

La buonissima coda di rospo alla griglia

Preparazione della coda di rospo alla griglia

Lavate i filetti di rana pescatrice sotto acqua corrente e asciugateli aiutandovi con della carta assorbente da cucina. Metteteli in un contenitore a tenuta ermetica. In un padellino versate l’olio, il rametto di rosmarino e gli spicchio d’aglio sbucciati, schiacciati, ma lasciati interi. Fate andare su un fuoco basso per cinque minuti. L’olio si deve insaporire del profumo dell’aglio.

Fate intiepidire per qualche minuto, quindi spolverate i filetti di rana pescatrice con il pepe e ungeteli con l’olio all’aglio, eliminando gli spicchi d’aglio e aggiungendo il rametto di timo. Ungeteli bene da ogni lato, quindi chiudete il contenitore e fate marinare in frigorifero per un paio d’ore.

Mettete su un fuoco medio-alto una griglia o una bistecchiera e portatela a temperatura. Adagiate i filetti di rana pescatrice sulla piastra e cuoceteli per circa 3-4 minuti per lato. Attenzione: la rana pescatrice può avere dimensioni variabili, da molto piccola a molto grande. Regolatevi con il tempo di cottura secondo lo spessore dei filetti.

Alla fine, la carne deve essere cotta, ma ancora morbida e umida. Durante la cottura, potete spennellare i filetti con l’olio della marinatura usando come pennello il rametto di rosmarino. Quando i filetti sono quasi cotti, bagnateli leggermente con il vino bianco, girateli un’ultima volta, fate andare per trenta secondi e regolate di sale e di pepe. Servite subito in tavola.

Ami il pesce alla griglia? Ecco tutti i suoi segreti!