Come pulire la macchina del caffè a cialde ed eliminare ogni residuo di calcare.

Prendere il caffè è da sempre un rituale immancabile nella vita di tutti i giorni. Oramai sono tanti i modi di prepararlo, dalla classica moka napoletana alle più moderne macchine da caffè da bar. Anche a casa è possibile preparare dei caffè gustosi e profumati con una semplice macchina del caffè a cialde.

Per ottenere i migliori risultati, però, è necessario effettuare una regolare manutenzione e una pulizia profonda un paio di volte l’anno. In questo modo eliminate il calcare ed eventuali residui di polvere di caffè e acqua. Vediamo come pulire al meglio una macchina da caffè a cialde!

Pulizia della macchina da caffè: come procedere?

macchinetta del caffe a cialde
macchinetta del caffe a cialde
  1. Per iniziare la pulizia è necessario smontare la macchina. Assicuratevi che sia spenta e che sia fredda. Potete, ad esempio, effettuare questa procedura la sera o in un momento in cui non avete intenzione di usarla.
  2. Successivamente, rimuovete i filtri anti calcare e il serbatoio.
  3. Levate tutte le parti smontabili della macchinetta e mettetele da parte.
  4. A questo punto potete igienizzare l’apparecchio e procedere con la decalcificazione.
  5. Un ottimo metodo casalingo per la decalcificazione consiste nell’immergere le parti smontabili in una bacinella piena di acqua con aceto e sale. Lasciate in ammollo per dieci minuti e poi con una spazzola a setole morbide strofinate le superfici per eliminare ogni residuo di calcare o caffè.
  6. Asciugate con un panno pulito e asciutto ogni singola parte e rimontate i pezzi.

Come pulire l’interno della macchinetta

Successivamente, per far in modo anche i meccanismi interni siano puliti e disinfettati fate fare un paio di giri a vuoto (senza la cialda) alla macchinetta. Avete due opzioni:

Anticalcare naturale. Mettete un mix di acqua calda e aceto nel serbatoio e ripetete l’operazione un paio di volte.

Come decalcificare con acido citrico. Un altro metodo naturale per eliminare il calcare è l’acido citrico. Utilizzate in proporzione circa 180 grammi di acido citrico per ogni litro di acqua; scioglietelo nell’acqua e versate la soluzione ottenuta nel serbatoio dell’acqua della macchina del caffè. Iniziate l’erogazione senza il caffè per qualche secondo. Ripetete l’operazione a intervalli di dieci minuti fino a quando la soluzione sarà terminata.

Infine, sciacquate ogni singolo prodotto e procedete all’erogazione di sola acqua calda. Si raccomanda, inoltre, di erogare due o tre caffè da non bere per eliminare del tutto ogni residuo di prodotto.

Un consiglio green? Conservate le cialde per poter riutilizzare i fondi di caffè in altre pratiche soluzioni casalinghe fai da te!

Mai più dieta punitiva! Scarica QUI il ricettario light di Primo Chef.

Scopri cosa devi fare se sei venuto a contatto con persone positive al Covid 19


Qual è la differenza tra confettura e marmellata? E composta e gelatina, invece, cosa sono?

Baci Perugina Gold: la novità al caramello salato