Il broccolo romano o romanesco è un ingrediente diffuso soprattutto nel centro Italia. Scopriamolo insieme e vediamone le caratteristiche.

Ci sono ortaggi identificati con nomi diversi a seconda delle zone d’Italia in cui ci troviamo. La famiglia dei broccoli, ossia quella dei cavoli, è quella che genera più dubbi. Sebbene da nord a sud cambino i nomi, la sostanza del broccolo romano o romanesco, come del cavolfiore e dei broccoletti resta invariata.

Il broccolo romano è quel cavolo broccolo le cui cimette hanno forma piramidale. È di colore verde acceso, proprio come il broccolo, ed è perfetto per la preparazione di moltissimi piatti. Andiamo a scoprirne di più!

10 ricette per arrivare pronti alla prova costume

Cavolo romanesco
Cavolo romanesco

Cos’è il broccolo romano o romanesco

Abbiamo detto che il broccolo romano, noto anche come cavolo romano o cavolo romanesco, appartiene alla famiglia dei cavoli come il broccolo, il cavolfiore e i broccoletti. È un ortaggio di colore verde acceso di cui si consuma l’infiorescenza quando ancora non ha raggiunto il completo grado di maturazione.

A differenza del broccolo classico, le cimette del broccolo romanesco sono appuntite, disposte a spirale e di un colore leggermente più tenue. In cucina il modo di cuocerlo e consumarlo rimane invariato: può essere lessato o cotto al vapore e utilizzato per preparare un contorno semplice oppure per dar vita a torte salate e sughi.

Il suo è un sapore strutturato, e la consistenza ricorda anche vagamente quella del broccolo classico, pur mantenendo quella delicatezza tipica del cavolfiore: insomma, un vero jolly per le vostre ricette!

Broccoli, broccolini e cavolfiori: facciamo chiarezza

Gli ortaggi chiamati semplicemente broccoli sono di colore verde scuro. Le cimette sono ravvicinate e formano una superficie piuttosto uniforme e compatta. Simile per forma al broccolo è il cavolfiore che però è di colore bianco candido.

I broccolini o meglio broccoletti sono un ortaggio ibrido, simile all’infiorescenza delle cime di rapa. Sono un marchio registrato dal sapore a metà tra quello del broccolo e quello dell’asparago. I cavolini, o cavoletti, invece sono quelli di Bruxelles, amarognoli, grandi circa come una noce e di forma tondeggiante.

Ma la famiglia delle crucifere non finisce qui: ecco tutti i tipi di cavolo da conoscere!

Dopo aver fatto un po’ di chiarezza è arrivato il momento di metterci ai fornelli e cosa c’è di meglio di una golosa torta salata ai broccoletti?

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 04-04-2019


Arriva la nuova birra unicorno!

Gordon Ramsay è diventato papà per la quinta volta. È nato…