È un errore gettare ogni genere di scarto nello scarico. Ecco quali sono i rifiuti che non vanno assolutamente buttati nel lavandino.

Siamo tutti di corsa e spesso, senza accorgercene o deliberatamente, gettiamo nel lavandino un po’ di tutto. Il risultato è che saltuariamente ci si trova costretti a utilizzare dei disgorgante perché l’acqua comincia a non defluire più come prima. Per questo oggi vogliamo elencarvi tutte le cose che non vanno buttate nel lavandino così da evitare brutte sorprese.

Alle volte non ci si rende nemmeno conto di quanto una pratica abituale possa essere dannosa non solo per il lavandino ma anche per l’ambiente. Scopriamo insieme cosa non buttare nel lavandino e qualche consiglio per rendere il tutto più semplice.

Quali rifiuti non buttare nel lavandino

Rifiuti nel lavandino
Rifiuti nel lavandino

Olio esausto. L’olio utilizzato per friggere non può assolutamente essere buttato nel lavandino! Recuperatelo in una vecchia bottiglia di olio, sia essa di vetro o di plastica, e conferitelo all’isola ecologica. Sarà sufficiente tenerla sotto il lavandino così da averla a portata di mano per buttare l’olio esausto ed evitare spiacevoli problemi al vostro lavandino.

Fondi di caffè. Anche qui, sono moltissimi coloro che svuotano la caffettiera direttamente nel lavandino ma non va bene. Il caffè va gettato nella frazione umida: nelle tubature può provocare un ingorgo. In alternativa, ecco altri utilizzi che potete farne.

Farina. Avete presente cosa succede quando impastate farina e acqua? Lo stesso avviene se la lasciate cadere nel lavandino: a contatto con l’acqua creerà una colla che aderendo ai tubi potrebbe provocare ostruzioni significative.

Pasta e riso. Vale lo stesso discorso di prima. Entrambi questi ingredienti, a contatto con l’acqua, tendono a gonfiarsi andando a ostruire i tubi. In men che non si dica, non scenderà più nulla dal vostro scarico.

Bucce di patate. Anche in questo caso, a contatto con l’acqua, tendono a gonfiare e aderire alle tubature per via dell’amido in esse presente. Buttatele nell’umido ed eviterete problemi.

Semi vari. I semi di frutta e verdura, come tutti gli altri scarti di questo tipo, vanno gettati nell’umido.

Filamenti di frutta e verdura. Sedano, ananas, carciofi e altri tendono a formare dei lunghi filamenti che possono con il tempo ostruire il lavandino. Anche in questo caso il consiglio è quello di gettare tutto nell’umido.

Gusci d’uovo. È vero, spesso sono solo dei piccoli pezzettini, ma se non sono l’unica cosa che finisce nello scarico l’ingorgo è assicurato.

Adesivi e carta. Spesso si staccano dai vasetti finendo giù nello scarico ma non va bene. Potrebbero incollarsi ai tubi e ostruirli in modo definitivo. Fate attenzione!

Come mantenere lo scarico del lavandino pulito

Tutto questo spesso è difficile, quindi i nostri consigli sono: acquistate un piccolo filtro da mettere sul foro del lavandino, facile da rimuovere e in grado di fermare la sporcizia e procedete, almeno una volta a settimana, ad una pulizia approfondita.

Versate nello scarico qualche cucchiaio di bicarbonato, portate a bollore mezzo litro di acqua con un bicchiere di aceto e versatelo caldo ma non bollente nello scarico. Le sostanze a contatto formeranno una schiuma dal notevole potere pulente.

TAG:
consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 30-11-2020


Come igienizzare le spugne dei piatti nel modo giusto?

Cena di natale 2020: quante persone ci saranno a tavola secondo il nuovo DPCM?