Crapiata materana: come si cucina il piatto tipico!

Come preparare la crapiata materana, una zuppa di legumi ideale per questa stagione e tipica della tradizione contadina!

La crapiata materana è una ricetta tipica della gastronomia lucana e non è altro che una mix di legumi e cereali. Questo piatto ha origini radicate nella cucina tipica contadina dove veniva generalmente utilizzata per gustare i frutti del raccolto e del lavoro dei contadini. Secondo la tradizione l’unico condimento ammesso era il sale. C’era l’abitudine di festeggiare la fine del raccolto il 1° agosto e tutte le donne del vicinato portavano una manciata di legumi e grano che venivano poi cotti in un pentolone per preparare la zuppa che veniva servita a tutto il vicinato.

Ingredienti per la ricetta della crapiata di Matera (per 4 persone)

  • 50 g di grano saraceno
  • 50 g di farro
  • 50 g di fave secche
  • 50 g di ceci
  • 50 g di cicerchie
  • 50 g di lenticchie
  • 50 g di fagioli
  • 25 g di piselli
  • 250 g di patate novelle
  • 2 coste di sedano
  • 1 cipolla
  • 2 carote
  • pomodorini q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.

DIFFICOLTA’: 1 | TEMPO DI COTTURA: 90′ | TEMPO DI PREPARAZIONE: 20′

Zuppa di ceci
Zuppa di ceci

Preparazione della zuppa crapiata di Matera

Mettete in ammollo i legumi in una ciotola di acqua fredda. Lasciate riposare per 24 ore prima dell’uso. Trascorso il tempo di ammollo dei legumi scolateli e sciacquateli sotto acqua fredda poi versate i legumi in una pentola capiente. Lavate bene le patate in modo da eliminare gli eventuali residui di terra poi unitele intere e con la buccia ai legumi.

Coprite bene con l’acqua facendo in modo che i legumi siano coperti per almeno due dita con l’acqua e mettete sul fuoco. Socchiudete con il coperchio e fate cuocere all’incirca per 90 minuti avendo cura di aggiungere le carote tagliate a rondelle, le coste di sedano, la cipolla e i pomodorini a metà cottura.

A cottura ultimata salate, impiattate e servite. Versate un filo d’olio e…buon appetito!

In alternativa potete provare la cialledda materana.

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 17-10-2018

X