L’alimentazione ayurvedica è parte di uno stile di vita che tende al benessere del corpo e della mente. Scopriamone insieme i principi.

Parlare di cucina ayurvedica in realtà è un po’ restrittivo. L’ayurveda infatti è una vera e propria filosofia di vita che affonda le sue radici in India dove nacque oltre 6000 anni fa. Il termine tradotto letteralmente significa ayus, cioè vita, e vedaconoscenza quindi una profonda conoscenza della vita e del suo funzionamento.

Raggruppa aspetti medici non solo di cura, ma anche di prevenzione ed è molto diffusa soprattutto in India. Negli altri stati invece non viene considerata al pari della medicina tradizionale ma annoverata tra le medicine non convenzionali.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Cucina ayurvedica
Cucina ayurvedica

I principi dell’Ayurveda

Secondo l’ayurveda ogni individuo è costituito da cinque elementi: terra, acqua, fuoco, aria ed etere. Questi, combinandosi tra loro in “proporzioni” diverse, danno origine ai tre tipi di costituzioni o energie, chiamati dosha: Vata (predominio di aria ed etere), Pitta (fuoco ed acqua) e Kapha (acqua e terra).

A seconda di quale energia predomina nel nostro corpo vengono suggeriti cibi diversi. È qui infatti che entra in gioco l’alimentazione nel riequilibrare le energie attraverso la combinazione di diversi gusti.

La cucina ayurvedica

Nata in India, questa cucina è prettamente vegetariana, ricca di spezie ed erbe aromatiche. Prevede l’assunzione di alimenti prevalentemente cotti, caldi e mai freddi. Anche l’acqua deve essere a temperatura ambiente per non alterare l’equilibrio dell’organismo.

La cucina ayurvedica identifica sei gusti, chiamati rasa, e attribuisce a ciascuno di essi una funzione diversa:

• Il sapore dolce ha un effetto calmante e rientrano in questa categoria i cereali e i dolci.
• L’aspro invece è benefico per la digestione e comprende tutti gli agrumi.
• Il salato, consumato in piccole dosi, stimola le ghiandole surrenali e rinforza l’ossatura, ma tende a diventare dannoso.
• Il piccante stimola il metabolismo ed è molto diffuso nella cucina indiana. Appartengono a questa categoria non solo i peperoncini, ma anche aglio, cipolla e spezie.
• L’amaro comprende ortaggi ed erbe aromatiche e ha funzione purificante.
• Pochi sono gli alimenti che appartengono al sapore astringente (legumi e alcuni frutti).

La dieta ayurvedica quindi è personale e viene studiata con il paziente solo in seguito ad un’anamnesi completa.

Scoprite tutto anche sulla Dieta Mediterranea.

TAG:
consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 13-08-2019


Apre a Tokyo il primo ristorante dedicato a Sailor Moon

Coca-Cola e Pepsi: chiariamo una volta per tutte le differenze