Tutto sugli asparagi selvatici (quelli sottili): come pulirli e cucinarli al meglio

Questa è la stagione ideale per raccoglierli: ma sapete come cucinare asparagi selvatici in modo perfetto, e per quali piatti?

Se vi state chiedendo come cucinare asparagi selvatici, avete qui la soluzione, anzi… la risposta! Questo tipo di asparagi, per intenderci quelli molto sottili, hanno innanzitutto un sapore più intenso di quelli coltivati, pur essendo più piccini. Sono leggermente più amari e hanno un aroma fresco e selvatico. Li potete raccogliere autonomamente, durante le passeggiate in campagna nelle zone giuste, dove crescono spontanei.

Questa tipologia di asparagi è decisamente più facile da cucinare rispetto a quelli coltivati. Innanzitutto non vanno raschiati sul gambo (anche perché di solito è veramente molto sottile) e bisogna solo togliere la parte più dura. Come regolarvi? Staccate dei pezzetti di asparagi con le dita: pezzetto dopo pezzetto, quando avrete difficoltà a rompere l’asparago vorrà dire che siete arrivati alla parte da eliminare.

Come pulire e cucinare gli asparagi selvatici

Prima di cucinarli, iniziate a mettere gli asparagi in una bacinella con dell’acqua e un po’ di bicarbonato: una igienizzazione corretta è importante, visto che si tratta di prodotti selvatici. Dopo averli risciacquati, tamponateli con un panno e molta delicatezza: basteranno questi semplici procedimenti per una pulizia completa!

Asparagi selvatici
Asparagi selvatici

A questo punto potete cucinare asparagi a seconda della vostra fantasia: la particolarità di questa verdura è che potete cucinarla direttamente in padella, anche insieme agli altri ingredienti (per esempio, in un sughetto di pomodori freschi con cui andrete a condire la pasta).

Particolarmente indicati per la preparazione delle frittate, potete un attimo saltarli in padella con dell’olio, poi versare le uova sbattute e mescolate a del parmigiano reggiano grattugiato, ed ecco che il piatto è già pronto per essere mangiato.

Potete preparare anche dei fantastici risotti, molto aromatici. In questo caso, dopo aver ridotto gli asparagi a pezzettini, potete cuocerli direttamente con il riso.

Infine, la cosa più semplice che possiamo consigliarvi è quella di usarli per un contorno sfizioso: basterà cuocerli e condirli a piacere con olio, sale, pepe oppure limone, ma anche con delle scagliette di Parmigiano.

Ricette con asparagi selvatici

Vediamo ora più nel dettaglio qualche piatto goloso che potete preparare in casa con questa verdura. Se volete esaltarne al meglio i sapori e i profumi, con queste tre ricette andrete a colpo sicuro!

Risotto con asparagi selvatici

Risotto con asparagi
Risotto con asparagi

Questo è sicuramente uno dei piatti più buoni che potete preparare con questa verdura. Per fare un buon risotto, infatti, l’importante è munirsi di una materia prima gustosa e saporita, dunque questi asparagi sono quello che fanno al caso nostro!

Visto che come vi abbiamo detto non è necessario prima sbollentarli, potete inserire i gambi direttamente in cottura e tenere da parte le punte, che aggiungerete alla fine dopo averle passate velocemente in padella con un po’ di burro.

E gli altri ingredienti? Beh, l’immancabile cipolla per il soffritto, un buon brodo vegetale, vino bianco per sfumare e infine il burro e un buon formaggio per la mantecatura: del semplice Parmigiano andrà bene, ma anche pecorino, taleggio o addirittura una burrata fresca renderanno questo piatto perfetto!

Pasta con asparagi selvatici

Pasta con asparagi
Pasta con asparagi

Stesso discorso vale per la pasta. Anche in questo caso gli asparagi sono i perfetti candidati per diventare protagonisti di un sughetto delizioso. In questo caso, la cosa fondamentale è quella di far legare bene l sugo con la pasta, dunque saltate gli asparagi magari con della cipolla e dell’olio, e poi finite la cottura della pasta in padella con un po’ di acqua di cottura.

Un’altra alternativa è quella di abbinare degli altri ingredienti alle verdure, come ad esempio della pancetta o del guanciale, ma anche speck, prosciutto crudo o salsiccia. Se invece preferite il pesce, anche del salmone può essere una buona idea.

Frittata con asparagi selvatici

Frittata con asparagi
Frittata con asparagi

Concludiamo con un piatto semplice, ma davvero ricco di gusto: la frittata di asparagi. Questo piatto si prepara con pochissimi ingredienti, vi basteranno oltre alle verdure le uova, del formaggio grattugiato, sale, pepe e il burro per ungere bene la padella.

Il procedimento è molto semplice: cuocete gli asparagi in padella per una decina di minuti, e una volta cotti fateli a pezzetti. Sbattete le uova in una ciotola con sale, pepe e formaggio, aggiungete le verdure e poi cuocete tutto in padella a fuoco dolce, per circa 10 minuti per lato. Che bontà!

Asparagi selvatici: proprietà e periodo

Quando si possono trovare queste verdure deliziose? Il periodo degli asparagi selvatici va solitamente da marzo fino alla fine di giugno. Per quanto riguarda le proprietà, invece, siamo di fronte a una verdura ricca di acqua (circa il 90% della sua composizione), e amica di chi è a dieta (solo 24 calorie per ogni 100 grammi).

Inoltre, bassissimo è il contenuto di sodio e di grassi, ma al tempo stesso troviamo moltissime fibre, vitamine del gruppo A, B, C, E e K e sali minerali, soprattutto zinco, calcio e magnesio, ma anche fosforo e potassio.

Da non dimenticare l’asparagina, che è utile per il suo effetto diuretico, disintossicante e depurativo. Fra gli altri benefici ricordiamo il loro effetto anticellulite, lassativo e rimineralizzante.

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 27-03-2019

X