Organizzare le pulizie di primavera in cucina è indispensabile per non perdere tempo e non lasciare nulla al caso.

La primavera ha ormai invaso i parchi, i giardini e… le nostre case. Come ogni anno, con l’arrivo delle belle giornate arriva il momento di dedicarsi alle pulizie di primavera in cucina, il luogo della casa che non possiamo assolutamente trascurare. Fornelli accesi più volte al giorno, merende, serate con gli amici e tavole imbandite, fanno della cucina uno dei luoghi più vissuti e per questo merita cura e pulizie approfondite.

Organizzarsi in anticipo può rivelarsi un trucchetto fondamentale per procedere con ordine senza arrivare a sera piegati dalla stanchezza, siete pronti? Ecco come pulire al meglio la cucina!

Pulizie di primavera
Pulizie di primavera

Come organizzare utensili, pentole e padelle

Per avere una cucina perfettamente in ordine è importante partire dall’organizzazione dei cassetti e della dispensa, in modo che l’ordine interno faccia da traino all’ordine esteriore di tutta la cucina.

– Le posate e tutti gli utensili come spatole, forbici, mestoli e cavatappi vanno riposti nei cassetti.

– Un altro criterio da seguire nell’organizzazione della cucina è quello di tenere in una posizione più comoda le padelle e le pentole che usate più di frequente in modo da averle subito a portata di mano.

– Per evitare di graffiare l’interno delle stoviglie potete posizionare all’interno di pentole e padelle un panno o un tovagliolo per riporre le più piccole in quelle più grandi senza rovinarle.

– Non si può poi tralasciare la dispensa e tutti gli ingredienti presenti all’interno: controllate che tutte le confezioni siano accuratamente chiuse, oppure utilizzate appositi contenitori a chiusura ermetica. Dedicate un apposito scaffale alla pasta, allo scatolame e agli ingredienti per i dolci come lievito, cacao, amido, gocce di cioccolato e simili.

Come pulire superfici, frigo ed elettrodomestici

Dopo esservi dedicati all’interno, è tempo di passare alle superfici: iniziate dall’alto con i ripiani, prima di passare ai pavimenti. Poi verranno il frigo e il forno.

– Per pulire al meglio potete utilizzare una semplice soluzione di acqua e aceto (1/4 di aceto, 3/4 di acqua) adatta per trattare fornelli, lavello e pavimenti.

– Per gli elettrodomestici, invece, potete utilizzare una soluzione di acqua e limone.

– Assolutamente da non dimenticare il forno e il frigorifero: per il primo potete utilizzare una soluzione di acqua e aceto oppure di acqua, bicarbonato e sale. Per pulire il frigorifero, invece, dovete togliere i ripiani e i cassetti, lavarli con acqua e sapone neutro e lasciarli asciugare.

Spesa intelligente e fake news: scarica QUI la guida per difendersi ai tempi del coronavirus.

Mai più dieta punitiva!

TAG:
consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 08-04-2020


Cosa vuol dire pastorizzare? Andiamo alla scoperta di questa tecnica di conservazione

Cremor tartaro: cos’è e come si usa in cucina (al posto del lievito)