Dieta Mediterranea: combatte la demenza senile e fa bene al cervello

La dieta mediterranea è un toccasana per la salute mentale, mantiene il cervello più giovane di 5 anni

Nutrire il cervello nel modo giusto si può, grazie alla dieta mediterranea, caratterizzata da abbondanti quantità di frutta, verdura, pesce e olio di oliva, che non è solo ottima per mantenere sano e in forma il corpo, ma è anche l’ideale per combattere il naturale processo di invecchiamento cerebrale; pare che chi segue abitualmente questo tipo di dieta, mangiando almeno 5 alimenti appartenenti ai territori mediterranei, corra meno il rischio di atrofia cerebrale e quindi di demenza senile.

Lo studio

A dimostrarlo è stato uno studio condotto dal The Taub Institute for Research in Alzheimer’s Disease and the Aging Brain della Columbia University di New York, dove sono state analizzate le abitudini alimentari di 674 ottantenni di varie etnie che non mostravano segni di demenza senile già avanzata. In seguito, si sono tutti sottoposti a una risonanza magnetica che ha misurato varie caratteristiche dei loro cervelli, dal volume del cervello stesso, alle dimensioni della materia grigia e di quella bianca, ma anche lo spessore della corteccia. Ne è emerso, che chi seguiva una dieta mediterranea o comunque era abituato a mangiare molti alimenti tipici di essa, presentava un volume cerebrale in media 13,11 millimetri più grande rispetto a chi non seguiva questo tipo di alimentazione.

I risultati

Chi preferisce il pesce alla carne, può quindi contare su un maggior volume cerebrale, anche se non si è ancora certi della causa-effetto, si può comunque essere quasi certi che la dieta mediterranea, favorisca un’azione neuroprotettiva. La dottoressa Yian Gu, a capo della ricerca, sottolinea: I risultati della nostra ricerca suggeriscono che è potenzialmente possibile prevenire la naturale atrofia del cervello causata dall’invecchiamento semplicemente seguendo una dieta salutare. Si è quindi concluso che una dieta mediterranea più far ringiovanire il cervello di ben 5 anni.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 26-10-2015

X