Scopriamo la differenza tra rana pescatrice e coda di rospo e alcune delle migliori ricette che ne esaltano il sapore delicato.

Di coda di rospo e rana pescatrice si sente tanto parlare in cucina. Sono soprattutto i grandi chef a utilizzare le nobili carni di questo pesce per preparare piatti saporiti e raffinati. Tuttavia noi comuni amanti della cucina rimaniamo sempre un po’ confusi dalla terminologia ed è per questo che oggi chiariamo definitivamente qual è la differenza tra rana pescatrice e coda di rospo.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Rana pescatrice
Rana pescatrice

Rana pescatrice e coda di rospo sono pesci diversi?

Rispondere a questa domanda è davvero semplice: no, rana pescatrice e coda di rospo non sono due pesci diversi. Ma allora perché si utilizzano termini diversi per indicarli? Prima di chiarire questo aspetto, cominciamo col dire che stiamo parlando di un pesce il cui nome scientifico è Lophius piscatorius. Diffuso in tutte le zone del Mar Mediterraneo, trascorre gran parte della sua esistenza nascosto tra la sabbia dei fondali marini.

È un animale carnivoro e pescatore (ecco spiegatone il nome) la cui particolarità sta nell’utilizzare il primo raggio della pinna dorsale (illicio) come canna da pesca. La punta infatti si illumina per via della presenza di batteri bioluminescenti, attirando così l’attenzione della preda che viene poi inghiottita.

Coda di rospo
Coda di rospo

Della rana pescatrice si mangia la parte terminale, nota appunto come cosa di rospo. Si chiama così perché l’enorme testa dell’animale ricorda quella del rospo e, già che siamo in vena di spiegazioni, chiariamo anche che la rana pescatrice non è velenosa, anzi! Come accennato all’inizio le sue carni sono molto pregiate e vengono utilizzate da moltissimi chef (e non) per realizzare ricette di pesce straordinarie, dalle zuppe ai secondi piatti.

Coda di rospo: le ricette da provare

Anche voi potete sentirvi dei grandi chef e dedicarvi alla preparazione di alcune ricette con la rana pescatrice. Potete utilizzare sia un prodotto fresco che congelato, il risultato sarà comunque sempre all’altezza delle vostre aspettative.

Il primo piatto che vi consigliamo di provare è la coda di rospo al forno con patate, perfetta se cercate un secondo di pesce facile e veloce. Tra i primi piatti con la coda di rospo invece come non citare i cappelli del prete con il ragù di pesce oppure le crespelle ripiene di rana pescatrice.

La coda di rospo poi può essere utilizzata anche in tutte quelle ricette a base di merluzzo proprio per via della somiglianza delle due carni.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 02-02-2022


Linee guida su come essiccare l’origano in casa!

Radicchio: varietà, valori nutrizionali e ricette