Frittelle di Carnevale: la ricetta delle frittole dolci veneziane

Frittelle di Carnevale: ecco la ricetta delle frittole dolci veneziane

Ingredienti:
• 400 g di farina manitoba
• 250 ml di latte
• 2 uova a temperatura ambiente
• 30 g di zucchero semolato
• 30 g di lievito di birra fresco
• scorza di 1 limone bio
• 2 manciate di uvetta
• 1 pizzico di sale
• zucchero semolato per la decorazione
• olio di arachidi o di girasole per friggere
• acqua q.b.
difficoltà: media
persone: 6
preparazione: 30 min
cottura: 10 min
kcal porzione: 420

Quando il Carnevale si avvicina, dobbiamo cominciare a pensare a dei dolci adatti all’occasione, come per esempio…le mitiche frittole o frittelle veneziane!

Le fritole veneziane, anche conosciute come frittelle di Carnevale, sono dei dolci che si preparano tipicamente nel periodo di questa festa, così amata soprattutto dai bambini. Si tratta di un dolce soffice: tante piccole palline di impasto che poi vanno fritte in olio di semi di arachidi o di girasole, e ricoperte da zucchero semolato o di zucchero a velo.

Le fritole veneziane hanno anche una versione farcita, da arricchire con della crema pasticcera, o crema al cioccolato: scegliete voi la versione che preferite! Vediamo quindi come preparare ottime frittelle per un menù di festa!

Fritole veneziane
Fritole veneziane

Preparazione delle frittelle di Carnevale

Per prima cosa iniziate a mescolare la farina manitoba con lo zucchero semolato. Incorporate poi le uova a temperatura ambiente, un pizzico di sale e la scorza grattugiata di un limone biologico.

A parte, in una ciotolina con due dita di acqua tiepida, fate sciogliere il lievito di birra sbriciolato, e poi versatelo nella ciotola con le uova, la farina e gli altri ingredienti. Versate anche il latte, che deve essere a temperatura ambiente, unite due manciate di uvetta sultanina (potete anche lasciarla ammollare nel rum, se volete) e poi cominciate a impastare, meglio se spostate il composto fuori dalla ciotola per incorporare meglio l’aria.

Una volta che avete lavorato l’impasto per almeno 10 minuti, lasciatelo lievitare per circa un paio di ore. Ponetelo al caldo, sul termosifone, coperto con un canovaccio pulito e bagnato.

Trascorso il tempo necessario, portate a temperatura dell’olio di semi di girasole (o dell’olio di arachidi) e, lasciando cadere l’impasto a cucchiaiate nella padella, fate friggere fino a doratura. Non esagerate con le dimensioni delle palline altrimenti c’è il rischio che non cuociano all’interno.

Spolverizzate ogni frittella dolce con dello zucchero semolato (o quello a velo, a piacere, anche se c’è il rischio che quest’ultimo venga assorbito). Buon appetito!

Frittelle di Carnevale: varianti, conservazione e consigli

Se volete farcirle procuratevi una sac-à- poche in cui inserirete la vostra crema e spunzonatela all’interno delle palline. Per un risultato migliore, svuotate leggermente le frittelle. Prima di cuocerle, potete anche inserire all’interno di ogni dolcetto un pezzetto di cioccolato.

È importante non esagerare con le dimensioni delle palline, altrimenti c’è il rischio che non cuociano all’interno.

Si conservano in un luogo fresco per 2/3 giorni.

Per una variante light, infine, provate le frittelle al forno!

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 27-02-2019

X