Ricetta salva spesa: Frittelle di polenta avanzata

Le frittelle di polenta sono un modo irresistibilmente goloso per recuperare gli avanzi.

chiudi

Caricamento Player...

Le frittelle di polenta avanzata vi consentiranno di far sparire gli avanzi dal frigo facendo la felicità di molte persone. Croccanti e con quel gusto che riporta bambini come solo le frittelle sanno fare. Se siete più pragmatici e meno sognatori, potreste anche farle salate. Il procedimento non cambia. Aggiungete un pizzico di sale nell’impasto, saltate ovviamente il passaggio di spolverizzarle nello zucchero. Lasciatele intiepidire una volta pronte e usatele come base per le vostre mousse di antipasto o per disporci sopra qualche affettato come lardo, pancetta o mortadella giusto per restare leggeri, o prosciutto crudo o cotto se vogliamo far finta di contenerci.

DIFFICOLTÀ: 2

COTTURA: 10′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 20′

INGREDIENTI FRITTELLE DI POLENTA AVANZATA per 5 frittelle di 16-18 cm di diametro

  • 200 g di polenta fine
  • 180 g circa di farina 00
  • olio di arachidi per friggere
  • zucchero semolato per spolverare

frittelle di polenta avanzata

PREPARAZIONE FRITTELLE DI POLENTA AVANZATA

Estraete un po’ prima la polenta avanzata dal frigo in modo che sia a temperatura ambiente e quindi un po’ meno dura. Con una forchetta sgranate la polenta, quindi aggiungete la farina a poco a poco finché otterrete un impasto lavorabile e non appiccicoso. Dividete l’impasto in 5 pezzi di uguale dimensione.

Infarinate il piano di lavoro e la superficie dell’impasto e con un matterello stendete in cerchi di circa 16 centimetri di diametro e molto sottili.

Portate l’olio a bollore, provate a verificare se è pronto buttando un po’ di farina nella pentola, se sfrigola vuol dire che è caldo al punto giusto. Dopodiché immergeteci le frittelle una alla volta fino a doratura, poi adagiatele su un foglio di carta assorbente e quando non saranno più unte di olio, spolverizzatele con abbondante zucchero semolato. Consumatele bollenti!

La polenta: un alimento tradizionale in tutto il nord Italia che si declina in mille piatti e semole diverse. Provate per esempio questa bianca… e nera: “Polenta bianca con seppie al nero“.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!