Ingredienti:
• 250 g di farina 00
• 250 g di farina Manitoba
• 1 cucchiaino di zucchero
• 25 g di lievito fresco
• 1 bicchiere di latte
• 1 tazzina di olio extravergine di oliva
• 1 cucchiaino di sale
• olio di semi per friggere q.b.
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 15 min
cottura: 5 min

Incredibilmente irresistibili, le frittelle mazzafame sono uno degli street food più amati e apprezzati dell’Abruzzo.

Le frittelle mazzafame sono un piatto tipico del centro-sud Italia che prende un nome diverso a seconda delle zone. Con questo nome sono note soprattutto in Abruzzo dove rappresentano lo street food per eccellenza e vengono consumate a merenda da sole o farcite con del prosciutto.

Preparate con un semplice impasto a base di farina, latte, lievito e olio, vengono lasciate lievitare e poi fritte nell’olio bollente. La forma può variare dalla classica circolare e leggermente schiacciata, a quella di piccole palline da gustare in un solo boccone. Il risultato è comunque strepitoso, soprattutto se gustato caldo appena fatto.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Frittelle mazzafame
Frittelle mazzafame

Come preparare la ricetta delle frittelle mazzafame

La preparazione è piuttosto semplice e ricorda quello di un tradizionale impasto per la pizza. Ecco come fare.

  1. Per preparare le frittelle mazzafame cominciate mescolando in una ciotola i due tipi di farina con lo zucchero.
  2. A parte, sciogliete il lievito nel latte tiepido e unitelo alle farine.
  3. Aggiungete anche l’olio e il sale e iniziate a impastare energicamente con le mani fino a che non otterrete un panetto liscio e omogeneo.
  4. Trasferite l’impasto in una ciotola, copritela con un canovaccio e lasciatela lievitare per 2-3 ore, fino a che non sarà raddoppiata di volume.
  5. Ora non vi resta che dare alla frittelle la caratteristica forma: staccatene delle piccole porzioni con le mani e appiattitele leggermente sulla spianatoia. Continuate fino ad esaurimento dell’impasto.
  6. Nel frattempo scaldate abbondante olio di semi alla temperatura di 170°C.
  7. Iniziate a friggere le frittelle, poche per volta, fino a che non risulteranno uniformemente dorate.
  8. Scolatele con una schiumarola e passatele su carta assorbente prima di gustarle.

Le frittelle mazzafame sono conosciute in Campania con il nome di pizza fritta e vengono servite con un po’ di pomodoro e del basilico fresco.

Conservazione

Queste frittelle è bene consumarle al momento, con il passare delle ore infatti la pasta perde la croccantezza tipica che le rende squisite. Sconsigliamo la congelazione in freezer.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Aperitivo Cena veloce

ultimo aggiornamento: 24-09-2021


Crema di cachi: la ricetta per un dolce gustoso e salutare

Burrito vegetariano con peperoni e zucchine: la ricetta da zero!