Ingredienti:
• 100 g di cioccolato fondente
• 50 g di pasta di nocciole
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 10 min
cottura: 5 min

Ecco come preparare i gianduiotti, i famosi cioccolatini con pasta di nocciole, con la ricetta tipica piemontese.

Se pensavate che preparare i gianduiotti fatti in casa non fosse possibile, sarete costretti a ricredervi. Questo prodotto tipico piemontese infatti rientra tra i dolci facili e veloci che potete realizzare con una manciata di ingredienti e dei semplici stampi per cioccolatini. Per la ricetta dei gianduiotti piemontesi fatti a mano infatti vi serviranno unicamente cioccolato e pasta di nocciole.

Ma conoscete la storia del gianduiotto? Pare che venne presentato per la prima volta in occasione del carnevale 1865 dalla maschera torinese Gianduja, a cui deve il nome. L’idea però di tagliare il cacao con la nocciola tonda gentile delle Langhe è della società dolciaria torinese Caffarel e nasce dall’esigenza di trovare un ingrediente più economico delle fave di cacao che, in quel tempo, a causa del blocco napoleonico avevano raggiunto prezzi significativi. Scopriamo la ricetta originale

Come pesare la pasta
e il riso senza bilancia?

gianduiotti
gianduiotti

Come preparare i gianduiotti con la ricetta originale

  1. Per prima cosa sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria, mescolando con una spatola.
  2. Una volta che si sarà intiepidito incorporate la pasta di nocciole. La pasta di nocciole si ottiene frullando a lungo le nocciole fino a ottenere una consistenza cremosa, simile a quella del burro di arachidi.
  3. Versate la crema ottenuta negli stampi per gianduiotti e lasciate raffreddare in frigorifero per almeno un paio di ore prima di sformarli.

Avete visto che i cioccolatini gianduiotti con la nostra ricetta sono davvero semplici da preparare. Ci teniamo però a consigliarvi anche il Bonet, un altro dolce tipico della regione.

Conservazione

I gianduiotti con la ricetta piemontese si conservano in frigorifero per oltre una settimana. Non preoccupatevi se tenderanno a formare una patina bianca sulla superficie, è normale.

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2024 - PC

ultimo aggiornamento: 05-02-2022


Scopriamo un’antica delizia emiliana: gli Africanetti

Cercate un secondo sfizioso? Provate le cime di rapa e salsiccia

I commenti dei nostri lettori

Lascia un commento

0 Commenti
Feedback in Linea
Visualizza tutti i commenti