Ingredienti:
• 330 g di farina 00
• 230 g di farina Manitoba
• 130 g di latte
• 130 g di acqua
• 1 cucchiaino di lievito di birra secco
• 1 uovo grande
• 50 g di zucchero (+ altro per decorare)
• 50 g di burro a temperatura ambiente
• 9 g di sale
• 1 limone
• 1 arancia
• 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
• olio di semi per friggere q.b.
difficoltà: facile
persone: 8
preparazione: 20 min
cottura: 15 min

Che sia Carnevale o meno, ogni occasione è buona per preparare le graffe senza patate, delle soffici ciambelle cosparse di zucchero.

Le graffe senza patate non sono solo un dolce di Carnevale, ma anche una tipica brioche da bar. In entrambi i casi vengono fritte (sebbene esistano versioni che prevedono la cottura al forno) e sempre in entrambi i casi si passano ancora calde nello zucchero. L’impasto di per sé infatti non è particolarmente dolce, tuttavia è davvero impossibile resistere a queste delizie.

Note anche come zeppole di patate, vengono preparate da nord a sud, subendo leggere modifiche nell’impasto. D’altronde, non poteva essere altrimenti, visto che stiamo parlando di una delle ricette di Carnevale più famose in assoluto! La ricetta è piuttosto semplice e prestando attenzione alla lievitazione otterrete delle graffe sofficissime anche senza patate.

Graffe senza patate
Graffe senza patate

Come fare la ricetta delle graffe senza patate

  1. Per preparare le graffe senza patate mettete in una ciotola la scorza grattugiata di arancia e limone e l’estratto di vaniglia e lasciate riposare per 2 ore.
  2. Miscelate le due farine e trasferitene 95 g in una ciotola a parte.
  3. Miscelate anche acqua e latte e prelevatene 100 grammi all’interno dei quali scioglierete il lievito.
  4. Unite il lievito sciolto al poco di farina nella ciotola e mescolate bene in modo da ottenere un lievitino. Risulterà molto morbido ma non dovete preoccuparvi.
  5. Lasciatelo lievitare nel forno spento con la luce accesa fino a che non sarà triplicato di volume.
  6. Unite il lievitino alle farine, aggiungete il latte e l’acqua rimanenti e lo zucchero e iniziate a impastare, a mano o a macchina.
  7. Unite quindi gli aromi e poi in sequenza, l’uovo, il burro poco per volta, aspettando che si sia assorbito prima di procedere, e il sale.
  8. Una volta ottenuto un panetto liscio e omogeneo mettetelo in una ciotola e lasciatelo lievitare nel forno spento con la luce accesa per 3 ore.
  9. Stendete poi l’impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato fino a raggiungere uno spessore di 1 cm.
  10. Ricavate delle ciambelle con un coppapasta di 9 cm di diametro e con un tappo da bottiglia per fare il foro centrale.
  11. Adagiatele su una teglia e lasciate lievitare per un’ora o fino a che non saranno raddoppiate.
  12. Friggete le graffe in olio bollente a 180°C poche per volta fino a che non risulteranno ben dorate e croccanti.
  13. Mano a mano che sono pronte passatele su carta assorbente e poi nello zucchero.

Gustate le graffe ben calde per apprezzarne tutta la sofficità. Se invece desiderate provare la versione più classica, vi consigliamo le zeppole con patate e le ciambelle di patate: sono entrambe deliziose!

0/5 (0 Reviews)

Scopri quello che c'è da sapere sul dimagrimento... potresti rimanere sorpresa.

TAG:
Carnevale

ultimo aggiornamento: 11-01-2021


Pudding chomeur o “del disoccupato”: conoscete questa ricetta?

Cipollata fiorentina, non una semplice zuppa di cipolle