Ingredienti:
• 200 g farina 0
• 90 ml acqua
• 1 cucchiaino olio di semi
• 180 g funghi
• 100 g carote
• 70 g porri
• 1 radice di zenzero
• 1 spicchio d'aglio
• 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
• 4 cucchiai di salsa di soia
• 3 cucchiai di aceto di riso
• sale q.b.
• peperoncino macinato q.b.
• erba cipollina q.b.
difficoltà: media
persone: 4
preparazione: 90 min
cottura: 30 min
kcal porzione: 286

Preparare i gyoza vegan in casa non è difficile come sembra. Sono facili da realizzare e il risultato finale lascerà tutti a bocca aperta.

I gyoza vegan sono la versione rivisitata dei classici ravioli giapponesi per accontentare chi non utilizza i derivati animali. Così, al posto del solito ripieno di carne, utilizzeremo un mix di verdure saltate in padella che renderanno questo piatto anche più leggero. L’impasto sarà ovviamente privo di uova, ma con l’utilizzo di questi ingredienti realizzerete comunque una ricetta vegana davvero molto gustosa.

I gyoza sono solitamente serviti come antipasto nei ristoranti tradizionali o presenti nelle bancarelle durante le feste popolari. Serviteli pure con qualche salsa speziata e piccantina: noi ve li proponiamo con una salsa di soia e aceto di riso!

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Gyoza vegan
Gyoza vegan

Preparazione della ricetta dei gyoza vegan

  1. Prendete una ciotola e unite farina, olio di semi, un pizzico di sale e l’acqua e mescolate.
  2. Trasferite il composto su un piano da lavoro e impastate per 5 minuti fino a ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare in frigo per un’ora.
  3. Intanto lavate le verdure e affettatele finemente e separatamente e anche i funghi.
  4. Fate scaldare un filo d’olio extravergine d’oliva in padella e fate soffriggere il porro con l’aglio tritato, un pizzico di sale e un goccio d’acqua.
  5. Dopo 5 minuti aggiungete i funghi e cuocete aspettando lo stesso tempo prima di unire le carote saltando il tutto a fiamma vivace per qualche minuto.
  6. Lavate e grattugiate lo zenzero, prendete la polpa con le mani e strizzate per raccoglierne il succo.
  7. Sfumate le verdure con un giro di salsa di soia. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare in una ciotola.
  8. Riprendete l’impasto dei ravioli dal frigo e stendetelo con un mattarello su un piano lavoro infarinato fino ad ottenere uno spessore di 1 mm.
  9. Formate dei dischi di 8 cm di diametro con un coppapasta.
  10. Farcite ogni disco con un cucchiaino di ripieno di verdure, inumidite leggermente i bordi con dell’acqua, richiudete i dischi e sigillateli con le dita e poi con una forchetta.
  11. In una padella fate scaldare un filo d’olio di semi e friggete i ravioli sulla base. Aggiungete una tazzina di acqua calda, coprite col coperchio e abbassate la fiamma cuocendo per 5 minuti.
  12. Intanto in una ciotolina creare la salsa unendo 4 cucchiai di salsa di soia, 3 cucchiai di aceto di riso, un pizzico di peperoncino macinato e di erba cipollina tritata.
  13. Servite i vostri gyoza vegan caldi con la salsa!

Conservazione

Potete conservare i gyoza vegan in frigo sia cotti che crudi. Se saranno crudi, posizionateli su un piatto, spolverateli con della farina e copriteli con una pellicola trasparente; se saranno cotti invece chiudeteli ermeticamente in un contenitore. Conservarli in entrambi i modi per massimo 3 giorni.

Un’altra idea direttamente dal Giappone… polpette di riso giapponesi, provatele subito!

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Cucina vegana

ultimo aggiornamento: 18-03-2022


Pampanella, un piatto tipico molisano

Come fare croccanti grissini fatti in casa