Ingredienti:
• 1 cavolo cappuccio bianco
• 150 g di speck
• 3 cucchiai di olio
• 2 cucchiai di aceto
• 1/2 cucchiaino di cumino
• sale q.b.
• pepe bianco q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 15 min

L’insalata trentina per eccellenza è quella che si prepara con cavolo cappuccio, speck e cumino. Scopriamo la ricetta originale.

Oggi vi proponiamo un piatto veloce, perfetto sia come contorno che come secondo piatto. Stiamo parlando dell’insalata di cavolo cappuccio e speck, un prodotto tipico dell’Alto Adige perfetto per accompagnare tutti i piatti di questa cucina, dai famosi canederli ai tortei di patate. La differenza principale tra l’insalata tirolese e quella tedesca è che nella prima il cavolo cappuccio viene utilizzato a crudo.

È quindi a tutti gli effetti un’insalata golosa velocissima da preparare e resa ancor più saporita dall’aggiunta dello speck rosolato in padella. Se poi avete avuto modo di assaggiarla sul posto probabilmente ricorderete un aroma particolare: è quello del cumino, immancabile in questa ricetta.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

insalata di cavolo cappuccio e speck
insalata di cavolo cappuccio e speck

Come preparare la ricetta dell’insalata di cavolo cappuccio e speck

  1. Per prima cosa rimuovete lo strato esterno del cavolo cappuccio. Tagliatelo poi a metà e con un taglio a V rimuovete il torsolo duro centrale. Affettatelo molto finemente e riunitelo in un’insalatiera.
  2. Condite l’insalata con olio, sale e cumino. A piacere potete aggiungere anche un pizzico di pepe bianco.
  3. A parte, in una padella, rosolate lo speck a bastoncini senza aggiungere grasso. Per questo motivo è importante che già di suo ne sia dotato. Una volta croccante, sfumate con l’aceto.
  4. Unite lo speck e tutto il fondo di cottura all’insalata, mescolate bene e lasciate riposare qualche ora in frigorifero prima di servirla.

Se amate la cucina trentina vi consigliamo di provare anche i canederli con la ricetta classica.

Conservazione

Questa insalata si conserva ben coperta in frigorifero per un paio di giorni. È una delle tante ricette che più riposa più acquista sapore quindi via libera!

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 24-05-2022


Spaghetti di riso con verdure alla julienne croccanti

Risotto asparagi e gamberetti: un connubio delizioso per un primo piatto fantastico