Kiwi: proprietà e benefici del frutto con più vitamina C in assoluto

Kiwi: un frutto dalle mille proprietà

Il kiwi contiene più vitamina C degli agrumi, ma non finisce certo qui. Ecco tutte le proprietà di questo frutto tipico della stagione fredda.

Il kiwi è un frutto di stagione tipico dell’autunno e dei primi mesi dell’inverno. Cresce su una pianta rampicante della quale esistono esemplari maschili e femminili: affinché nascano i frutti e fondamentale che siano presenti entrambe nella stessa zona.

I benefici del kiwi sono pressoché infiniti ma tutti legati all’elevato contenuto di Vitamina C. Non è un caso infatti che la natura ce li doni proprio quando ne abbiamo più bisogno per rafforzare il sistema immunitario e contrastare i malanni stagionali!

Proprietà del kiwi

Il kiwi è composto principalmente da acqua e da carboidrati, ma anche da carotenoidi, vitamina C (la cui presenza è addirittura superiore a quella dell’acqua), vitamine E, K e sali minerali (potassio, fosforo e calcio).

Il kiwi un basso indice glicemico, il che lo rende adatto a essere consumato anche da coloro che soffrono di iperglicemia, e un basso apporto calorico (60 kcal per 100 g di prodotto).

Marmellata di kiwi
Marmellata di kiwi

Una delle proprietà più note del kiwi è sicuramente quella digestiva. Viene infatti considerato a tutti gli effetti un lassativo naturale, utile per combattere la stitichezza ma anche per alleviare i sintomi del colon irritabile. Questo frutto poi aiuta anche la digestione delle proteine, utile soprattutto se si consuma un pasto iperproteico.

Tra le altre proprietà del kiwi, legate sempre al contenuto di vitamina C, ci sono l’azione antiossidante, il rafforzamento del sistema immunitario, un miglioramento delle funzionalità del sistema nervoso e un aumento del quantitativo di ferro biodisponibile.

Come non ricordare poi l’importanza del kiwi in gravidanza, per la salute della vista e per l’apparato circolatorio. In particolare, il kiwi abbassa il livello del colesterolo cattivo e alza quello dell’HDL.

Controindicazioni del kiwi

Precisando che le indicazioni sopra riportate non costituiscono né vanno a sostituire l’opinione medica, è doveroso precisare che sebbene si sia verificato solo di rado, è possibile che alcuni soggetti siano allergici al kiwi. La sintomatologia più comune è data da vomito, diarrea, prurito e gonfiore del cavo orale.

Non solo kiwi per affrontare il cambio di stagione: ecco i superfood che non possono mancare!

ultimo aggiornamento: 11-12-2019