Ingredienti:
• 600 g di farina
• 125 ml di latte
• 30 g di lievito di birra fresco
• 200 g di zucchero
• 180 g di burro
• 4 uova
• 1 pizzico di sale
• 150 g misti di uvetta sultanina
• albicocche secche
• mandorle
• 100 g di zucchero a velo
• zuccherini q.b.
difficoltà: facile
persone: 10
preparazione: 30 min
cottura: 50 min

Simile al panettone, il kulich è uno dei dolci russi che viene preparato in occasione della Pasqua ortodossa. Ecco la ricetta originale.

Il kulich è un dolce tipico della Pasqua ortodossa, cucinato principalmente in Russia ma anche negli altri paesi dove si è diffuso questo ramo del cristianesimo. Nell’aspetto somiglia al nostro panettone da cui si differenzia per diversi motivi. Innanzitutto ha una forma cilindrica più allungata rispetto al dolce natalizio italiano. Poi viene preparato con lievito di birra anziché lievito madre e infine l’impasto è aromatizzato con vodka, rum o cognac e arricchito con spezie, soprattutto cardamomo, noce moscata e zafferano.

A completamento del kulic c’è una glassa a base di zucchero albume d’uovo, sormontata da zuccherini colorati e sigillata con le due lettere cirilliche X e B, abbreviazione dell’augurio pasquale la cui traduzione è “Cristo è risorto”. Il kulich, insieme alle uova dipinte di rosso e alla pashka, viene portato in chiesa durante la messa della notte tra il sabato santo e la domenica di Pasqua per essere benedetto. Viene poi consumato a colazione tutte le mattine che separano la domenica di Pasqua dalla Pentecoste. Insomma questo, come molti altri dolci russi, è un piatto permeato da una tradizione millenaria e vale davvero la pena di provarlo.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Kulich
Kulich

Come preparare il kulich con la ricetta originale russa

  1. Cominciate sciogliendo nel latte tiepido il lievito insieme a un cucchiaio di farina e uno di zucchero presi dal totale.
  2. Lasciate riposare il lievitino per circa 20 minuti.
  3. Nel frattempo montate con le fruste elettriche il burro con lo zucchero e 3 tuorli fino a ottenere un composto spumoso.
  4. Unite quindi la farina e il sale.
  5. Quando il composto diventa troppo duro per essere lavorato con le fruste proseguite a mano (l’utilizzo di una planetaria munita di gancio a foglia vi facilita le operazioni).
  6. Incorporate quindi il lievitino e formate un panetto.
  7. Lasciatelo lievitare nel forno spento con la luce accesa per un’ora e mezza.
  8. Nel frattempo ammollate l’uvetta, strizzatela e tamponatela con della carta da cucina.
  9. Tritate al coltello le mandorle e le albicocche.
  10. Unite la frutta all’impasto facendo modo che si distribuisca uniformemente, quindi dividetelo in due parti.
  11. Rimettetele a lievitare, questa volta in due stampi di circa 15 cm di diametro rivestiti di carta forno. Dovranno essere pieni per 1/3 circa.
  12. Lasciate lievitare fino a che l’impasto non occupa 3/4 dell’altezza dello stampo e procedete con le prima glassatura.
  13. Sbattete un tuorlo e pennellatelo delicatamente sulla superficie.
  14. Cuocete i due dolci a 200°C per 50 minuti, controllando la cottura con uno stuzzicadenti.
  15. Una volta fredde, togliete le torte dallo stampo e decorate con la seconda glassa.
  16. Sbattete l’albume con lo zucchero e versatelo sul dolce, quindi decorate con gli zuccherini colorati.

Avete quindi visto che preparare il kulich non è poi tanto difficile e sembra essere quasi una semplificazione del panettone. Se volete aggiungere un dolce al vostro menù di Pasqua questo potrebbe fare al caso vostro.

In alternativa, ecco la ricetta della paska: un altro dolce della Pasqua ortodossa.

Conservazione

Il kulich si conserva per circa una settimana in un sacchetto di plastica per alimenti o sotto l’apposita campana per dolci.

0/5 (0 Reviews)
TAG:
Pasqua

ultimo aggiornamento: 08-02-2021


Sformato di patate con salsiccia e mozzarella, ricco e gustoso

Crema al burro: la ricetta originale per prepararla