Ingredienti:
• 350 g di farina 00
• 180 g di acqua a temperatura ambiente
• 350g di lenticchie
• 600g di polpa di pomodoro
• 600g di acqua
• 30g di olio extra vergine di oliva
• una cipolla dorata
• 2 carote grandi
• sedano q.b.
• sale fino q.b. e pepe nero q.b.
• olio extravergine di oliva q.b.
• 1 l di latte di soia
• 100 g di margarina vegetale
• noce moscata q.b.
difficoltà: media
persone: 8
preparazione: 60 min
cottura: 100 min

Un primo piatto della tradizione bolognese si trasforma, rimanendo buono e gustoso: proviamo a preparare le lasagne vegane con le lenticchie.

Per i giorni di festa o per il classico pranzo della domenica a tavola non può mancare uno dei piatti più amati da grandi e piccini, la lasagna. Questa volta abbiamo provata realizzare delle lasagne al forno vegan, una ricetta light davvero molto golosa. Per preparare queste lasagne veg abbiamo preparato un ragù vegan con le lenticchie, ma in alternativa è possibile prepararlo anche con la soia o più semplicemente con verdure.

Tra le ricette di lasagne vegane, questa è sicuramente una ricetta facile, vediamo allora come preparare le lasagne per vegani.

Feste in tavola! Piatti facili, sfiziosi e originali!

Lasagne vegane
Lasagne vegane

Preparazione della ricetta delle lasagne vegane

  1. Per la ricetta di lasagne vegan, la prima cosa da fare è quella di preparare la sfoglia. Al di sopra di una spianatoia disponete a fontana 250 g di farina e al centro aggiungete un cucchiaino raso di sale, un cucchiaio di olio e cominciate a impastare versando l’acqua a filo.
  2. Lavorate il composto fino ad ottenere un panetto liscio e compatto, dopodiché avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare per un’ora.
  3. Nel frattempo dedicatevi alla preparazione del ragù, iniziando a tritare finemente il sedano, carote e cipolla. Versateli in un tegame insieme a dell’olio e fateli rosolare per qualche minuto. Aggiungete le lenticchie secche precedentemente sciacquate, la passata di pomodoro e l’acqua. Coprite con un coperchio e fate cuocere per un’ora circa. Solo quando le lenticchie saranno cotte potrete aggiustare di sale e pepe.
  4. Riprendete il vostro panetto e dividetelo in più parti. Con l’aiuto di una sfogliatrice o di un matterello ottenete delle sfoglie di pasta rettangolari dallo spessore di 2 o 3 mm. Lasciatele, poi, asciugare su dei canovacci puliti.
  5. Nel mentre preparate la besciamella e iniziate facendo sciogliere all’interno di un pentolino la margarina a fiamma bassa. Quando sarà completamente sciolta, aggiungete a pioggia la farina rimasta e mescolate rapidamente per non creare grumi. Aggiungete anche il latte caldo e aggiustate di sale e pepe. Mescolate fino a quando non risulterà densa.
  6. A questo punto non vi resta che comporre la vostra lasagna vegana. Prendete una teglia e ricoprite il fondo con il ragù, posizionate la sfoglia e al di sopra la besciamella e un altro po’ di ragù. Continuate in questo modo fino a terminare tutti gli ingredienti.
  7. Cuocete a 200°C per 40 minuti in forno statico.

In alternativa, se volete preparare una lasagna bianca vegana, potete farla con besciamella e zucchine o altre verdure a piacere. In questo caso raddoppiate le dosi di besciamella.

Ora che avete preparato e assaggiato questo piatto, sappiamo benissimo che non assomiglia alle originali lasagne alla bolognese, ma dite la verità… non è poi così male!

Conservazione

Le lasagne vegane possono essere conservate in frigorifero per 1 o 2 giorni. Se ne avete preparato in abbondanza potete anche congelarle prima della cottura e poi farle scongelare in frigo e cuocerle all’occorrenza.

1/5 (1 Review)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Cucina vegana

ultimo aggiornamento: 13-12-2021


Torta al cioccolato senza glutine con il bimby: la ricetta veloce e facile

Insalata di quinoa, feta, olive e pomodorini