Ingredienti:
• 400 g di albicocche
• 300 g di zucchero
• 400 ml di alcol puro 95°
• 400 ml di acqua
• 2 stecche di cannella
difficoltà: facile
persone: 10
preparazione: 20 min
cottura: 10 min

Avete mai provato il liquore di albicocche? Ecco la ricetta perfetta per conservare i profumi dell’estate per tutto l’anno!

Il liquore di albicocche è un’ottima idea per conservare le albicocche, in alternativa alla confettura o alle ben più classiche albicocche secche o sciroppate. Potete gustarlo alla fine di un lauto pasto oppure per bagnare torte, pan di Spagna e bignè, in base alle vostre preferenze. Ecco quindi come preparare un digestivo dal gusto insolito e che scalda il cuore!

Liquore alle albicocche
Liquore alle albicocche

Preparazione del liquore di albicocche

  1. Per preparare il liquore di albicocche, iniziate lavando accuratamente la frutta, asciugatela bene e poi tagliatela a metà.
  2. Inserite le albicocche e i noccioli, di cui 3 schiacciati, in un vaso di vetro capiente. Aggiungete le stecche di cannella e coprite con l’alcol. Chiudete con il coperchio e lasciate riposare per 10 giorni in un luogo asciutto e fresco, ricordandovi di agitare il recipiente tutti i giorni.
  3. Trascorso il tempo necessario, preparate uno sciroppo facendo sciogliere lo zucchero in un pentola con l’acqua; portate a bollore, spegnete il fuoco e lasciate intiepidire. Filtrate l’alcol del vaso di vetro e aggiungetelo allo sciroppo. Fate riposare per altri sette giorni prima di filtrare nuovamente e imbottigliare.
  4. A questo punto viene la parte più difficile: dovete lasciarlo riposare per almeno un mese (meglio se riuscite a resistere per due).

In alternativa a questo liquore potete preparare anche una deliziosa marmellata di albicocche: perfetta per conservare questo delizioso frutto. Oppure, ecco tanti dolci con le albicocche da provare!

Conservazione

Il periodo di conservazione del digestivo è di qualche mese, se lo riponete in un luogo fresco e asciutto.

0/5 (0 Reviews)

Ricetta di ferragosto: gnocchi di patate al sugo d’anatra

Come fare l’orzo in insalata: un piatto fresco e invitante