Ingredienti:
• 150 g di fragole
• 200 g di kiwi
• 1 banana
• 200 g di pesche noci
• 1 arancia rossa
• acini di uva bianca q.b.
• mirtilli q.b.
• menta fresca q.b.
• 2 cucchiai di zucchero di canna
• il succo di 1 limone
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 15 min
cottura: 00 min

Amata tutto l’anno, con frutta di stagione o esotica, chi non impazzisce per la macedonia di frutta fresca? Ecco la nostra versione e qualche consiglio di abbinamento.

Se parliamo di macedonia di frutta le regole sono, essenzialmente due da seguire: colore e freschezza. Esattamente, il colore è importante per rendere la vostra ciotola invitante e da mangiare con gli occhi, poi però si passa al sapore ed ecco che entra in gioco la freschezza. È importante che la frutta utilizzata tra gli ingredienti sia appena presa (direttamente dal vostro orto personale o dal fruttivendolo) poi il resto viene da sé! Pronti per questa non banale avventura? Ecco a voi la ricetta base e tutti i segreti per una macedonia perfetta.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Macedonia di frutta
Macedonia di frutta

Come fare la macedonia di frutta

  1. Come prima cosa laviamo accuratamente la frutta sotto l’acqua corrente fredda, asciughiamola bene e mettiamola da parte.
  2. Sbucciamo e tagliamo a cubetti il kiwi, la pesca, la banana e l’arancia rossa, poi procediamo togliendo il picciolo e tagliando a fettine le fragole fresche.
  3. Prendiamo una ciotola e versiamoci dentro tutta la frutta: kiwi, fragole, arancia, banana, pesca, uva e mirtilli.
  4. A questo punto uniamo lo zucchero di canna (o semolato a piacere) e il succo di un limone.
  5. Mesciamo bene e lasciamo macerare in frigorifero per almeno una decina di minuti.
  6. Portiamo al tavola, porzioniamo in piccole ciotoline la frutta e serviamola ai commensali con l’aggiunta di una fogliolina di menta per ognuno.

Noi abbiamo scelto tra l’offerta del nostro negozio di ortofrutta di fiducia, voi però potete sbizzarrirvi e adattare la ricetta a seconda della stagionalità e della frutta che trovate.

Varianti e abbinamenti

Come vi abbiamo già anticipato ci sono tantissime ricette per macedonie golose e zuccherine. Noi vi abbiamo spiegato come realizzare quella classica con zucchero e limone, tuttavia ci sono anche altre preparazioni (altrettanto semplici) che potete provare a realizzare.

  • Macedonia al naturale. Niente limone e assolutamente zero zucchero. Questa versione non sarà particolare, tuttavia vi consente di gustare al massimo il sapore della frutta. Dopo averla tagliata e mescolata in una ciotola capiente copritela con la pellicola trasparente e lasciatela in frigo per circa 30 minuti in modo che i succhi si mescolino tra loro. Date ancora una girata e poi servitela. Naturale e senza zuccheri aggiunti.
  • Macedonia corretta. Una versione di macedonia di frutta particolare, e non da tutti i giorni, è quella corretta. Dopo aver tagliato tutti gli ingredienti e aver aggiunto lo zucchero omettete il limone e versate un goccio di whiskey, o anche brandy o limoncello (ma senza esagerare). Lasciate macerare il tutto per circa 10 minuti e poi servite.
  • Macedonia con gelato. Soprattutto nelle stagioni calde, ma non solo, una bella pallina di gelato in abbinamento alla macedonia è perfetta per saziare qualsiasi voglia. Con la frutta scegliete gusti leggeri che non vadano a coprirne il gusto come la crema, la vaniglia, il fiordilatte o la panna.
Frutta per macedonia
Frutta per macedonia

I segreti di Primo Chef

Se ne sapete già una più del diavolo per ottenere una macedonia perfetta questo paragrafo vi sembrerà scontato e poco interessante. Tuttavia vogliamo condividere con voi alcune accortezze che abbiamo imparato con il tempo e che potrebbero tornarvi utili nella realizzazione della ricetta.

Come primissima cosa il consiglio è di scegliere frutta BIO, senza l’uso di pesticidi e della quale si può quindi gustare la buccia. In caso contrario dovreste toglierla sempre e questo inficerà molto sui nutrienti (le vitamine sono soprattutto nella buccia per tante tipologia di frutta) e anche sulle consistenze del prodotto finale che risulterà molto più “molle” e meno invitante.

Un’altro segreto che vogliamo condividere con voi è… come evitare che la frutta della macedonia diventi nera. Non stiamo a dirvi tutte le tattiche, vi sveliamo solo che non dovete per forza aggiungere il succo di limone, funziona anche quello d’ananas!

Conservazione

La macedonia va consumata al momento, appena pronta e dopo qualche minuto a macerare con il limone. Potete conservarla in frigorifero per massimo mezza giornata e, se volete proporla in un pic nic all’aperto, vi consigliamo di inserirla dentro una busta termica e con vicino un panetto di ghiaccio. Sconsigliamo la congelazione.

0/5 (0 Reviews)
TAG:
Cena veloce

ultimo aggiornamento: 20-06-2021


Dolci con la zucca: 10 ricette spaventosamente buone

Angelo Azzurro: il cocktail che ci porta indietro nel tempo