Ingredienti:
• 2 pitaya
• 1 melone
• 1 mango
• 1 kiwi
• 1 limone
• 3 cucchiai di zucchero
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 30 min
cottura: 00 min

Fresca e buonissima macedonia esotica con pitaya, melone, mango e kiwi, perfetta da servire a fine pasto o per una merenda diversa dal solito!

Oggi vi proponiamo la ricetta per realizzare una ricchissima macedonia esotica con kiwi, pitaya, mango e melone. Oltre che dal mango, il tocco esotico in questo caso è dato sicuramente dalla pitaya, conosciuta anche come frutto del drago o dragon fruit è un frutto caratterizzato da una polpa morbida di color bianco e ricchissima di semini neri commestibili.

Questi frutti hanno generalmente una forma allungata e ed è possibile trovare sia pitaya rossi sia gialli a seconda delle zone di provenienza. Dalle nostre parti non è facile trovare questi frutti, ma dovete sapere che la loro polpa è ricchissima di vitamine A, B e C. E’ anche un alleato della dieta dato che ha un minimo contenuto di colesterolo, contrasta la ritenzione idrica ed è un ottimo antiossidante.

La dieta depurativa per rimettersi in forma dopo le feste

Macedonia esotica
Macedonia esotica

Preparazione della macedonia con frutta esotica

  1. Per prima cosa lavate le pitaya poi tagliatele a metà nel senso della lunghezza. Svuotate le due metà aiutandovi con un cucchiaino facendo a non rompere i gusci che utilizzerete per servire la macedonia, poi tagliate la polpa a cubetti. Proseguite pulendo il melone e ricavandone dei cubetti.
  2. Sbucciate anche i kiwi e il mango e tagliate anche la polpa di questi frutti a cubetti. Trasferite la frutta all’interno di una ciotola, spolverate con lo zucchero e irrorate con il succo di limone filtrato. Mescolate e lasciate riposare per una decina di minuti in frigorifero.
  3. Servite la macedonia direttamente all’interno dei gusci di pitaya tenuti da parte.
  4. La macedonia può ovviamente essere preparata e arricchita con la frutta che più gradite. Provate con l’aggiunta di fragole, lamponi, uva o altro.

In alternativa vi consigliamo di provare la piadina dolce con frutta.

Conservazione

Questa ricetta è buona se consumata quando la frutta è ancora fredda e fresca, per questo vi consigliamo di conservarla solo poche ore dopo averla realizzata. Un consiglio in caso voleste usarla per un pic nic o un pranzo al lavoro? Conservatela in una borsetta termica o vicino a un panetto di ghiaccio. Sconsigliamo la congelazione in freezer.

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Ricette estive

ultimo aggiornamento: 03-07-2019


Freschi e facili da fare: sono i cubotti di anguria al cioccolato!

Come fare la meringata, il dolce preferito da grandi e bambini!