Naturalmente privi di lattosio: formaggi per intolleranti

Le etichette di yogurt e formaggi saranno sempre più chiare: arrivano i prodotti “Naturalmente privi di lattosio” e “Naturalmente a ridotto contenuto di lattosio”

Arriva il via libera dal Ministero della Salute: i prodotti lattiero-caseari che contengono poco lattosio o che ne sono completamente privi ora hanno la possibilità di specificarlo nell’etichetta. Per i consumatori attenti al lattosio fare la spesa giusta e individuare al supermercato i prodotti lattiero-caseari “lactose free” è più facile: basta che cerchino sulle confezioni i nuovi claims che indicano i prodotti naturalmente privi di lattosio o che ne contengono un quantitativo ridotto. E’ Assolatte a darne notizia, dopo aver chiesto al Ministero della Salute quali indicazioni riportare sulle etichette dei prodotti in commercio.

Sono molti gli italiani con difficoltà a digerire il lattosio

Si tratta di un tema importante e attuale perché una certa percentuale di consumatori italiani ha difficoltà a digerire il lattosio e pensa quindi di doversi allontanare da tutti i prodotti a base di latte.

Una credenza del genere porta con sè il con il rischio di avere una dieta incompleta e non equilibrata.

Sono tanti i prodotti italiani, invece, che possono tranquillamente entrare nel carrello della spesa anche di questa fascia di consumatori: dai prodotti messi a punto proprio per loro, ottenuti a partire da latte delattosato (mascarpone, mozzarella, ricotta, burro) e tanti che perdono il lattosio durante il lungo processo di stagionatura, primi tra tutti Grana Padano e Parmigiano Reggiano.

Il Ministero della salute ha raccolto l’allarme di Assolatte, chiarendo che per i prodotti lattiero-caseario che, per effetto del processo produttivo, contengono poco lattosio o ne sono del tutto privi, come accade per gli yogurt, i latti fermentati e i formaggi a lunga stagionatura è possibile riportare in etichetta due diverse indicazioni:

  • naturalmente privo di lattosio” quando il tenore residuo di lattosio è inferiore a 0,1 g/100g;
  • naturalmente a ridotto contenuto di lattosio” quando il tenore residuo di lattosio è inferiore a 0,5 g/100g.

Per maggiori informazioni: Assolatte

Fonte foto: Pixabay

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 10-08-2016

Giulia Drigo

X