Ingredienti:
• 320 g di pasta corta
• 300 g di salmone affumicato
• 150 g di philadelphia
• 1 mazzetto di aneto
• 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
• 1 noce di burro
• sale q.b.
• pepe q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 5 min
cottura: 15 min

La pasta al salmone e Philadelphia è un primo piatto veloce ideale da servire in ogni occasione e perfetta anche come piatto unico.

La pasta al salmone e Philadelphia è una di quelle ricette da tenere presente quando non si sa cosa cucinare per cena. Si tratta infatti di un primo facile e veloce ma allo stesso tempo molto sfizioso che unisce la cremosità del formaggio al sapore deciso del salmone affumicato. Il bello di questa preparazione è che il sugo è pronto esattamente nel tempo di cottura della pasta (anche prima volendo essere precisi) ed è perfetto quindi se siete di corsa.

Oltre alle classiche penne salmone e Philadelphia, potete preparare questa piatto con il formato di pasta che preferite purché sia corto. Noi abbiamo scelto i tortiglioni ad esempio, perfetti per inglobare il sugo e regalare un concentrato di sapore a ogni morso. Vediamo insieme come prepararla!

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Pasta salmone e philadelphia
Pasta salmone e philadelphia

Come preparare la ricetta della pasta salmone e philadelphia

  1. Per prima cosa mettete a cuocere la pasta in abbondante acqua salata per il tempo indicato sulla confezione.
  2. Nel frattempo scaldate in una padella l’olio e il burro.
  3. Tagliate a strisce il salmone e insaporitelo velocemente in padella, aggiungendo anche una macinata di pepe.
  4. A parte, in una ciotola, sciogliete il Philadelphia con un mestolino di acqua di cottura della pasta in modo da renderlo cremoso ma non troppo liquido.
  5. Una volta pronta la pasta, scolatela e saltatela in padella con il salmone, unendo anche il Philadelphia.
  6. Profumate con aneto fresco e distribuite nei piatti.

Insomma, non c’è niente di più semplice di un piatto di pasta con il salmone. O forse sì? Provate anche la pasta panna e salmone e decidete quale delle due preferite!

Conservazione

È meglio gustare la pasta al salmone appena fatta. Se però vi dovesse avanzare, conservatela ben coperta in frigorifero per una giornata e riscaldatela poi in padella con un filo di latte, panna o burro.

0/5 (0 Reviews)

Come si fa il polpettone di carne? La ricetta classica (che amerete)

Frutta caramellata: una delizia da preparare a casa