Ingredienti:
• 4 uova
• 1/2 l di acqua
• 1 testa aglio
• persa (o maggiorana) q.b.
• 4 fette di pane
• olio di oliva q.b.
• sale q.b.
• pepe q.b.
difficoltà: facile
persone: 2
preparazione: 10 min
cottura: 10 min

Direttamente dall’Isola d’Elba arriva la ricetta per la zuppa persata di Fulvio Anselmi, a base di uova, pane, aglio e la speciale persa.

La persata è una zuppa la cui ricetta ha origini italiane. Una preparazione riscoperta da Fulvio Anselmi, abitante dell’Isola d’Elba che, con semplicissimi ingredienti, porta avanti la tradizione di questa preparazione davvero gustosa. I componenti base sono aglio, uova, pane e olio, tutti prodotti genuini e molto diffusi nella tradizione culinaria italiana. L’ingrediente caratterizzante di questa ricetta è la persa. Stiamo parlando di una particolare erba aromatica, il cui sapore è molto simile a quello della maggiorana. Se non riuscite a trovare la prima, infatti, potete usare la seconda.

Con origini molto antiche, la ricetta per questa zuppa è stata tramandata negli anni di generazione in generazione. Tante sono le versioni rivisitate, ma oggi ce n’è una davvero imperdibile. La proposta migliore è quella di Anselmi, facile e semplice. Se siete pronti, trasferiamoci in cucina!

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Persata
Persata

Preparazione della ricetta per la persata

  1. Prima di cominciare, abbrustolite le fette di pane.
  2. Prendete una pentola di medie dimensioni e riempitela con mezzo litro di acqua.
  3. Aggiungete un po’ di sale (tanto quanto basta per salarla leggermente).
  4. Sbucciate l’aglio e mettete nella pentola 5 spicchi.
  5. Unite anche 3 cucchiai di olio e un generoso mazzetto di persa (o maggiorana). Lasciate sobbollire per 7 minuti.
  6. Trascorso questo tempo, aggiungete un uovo alla volta nel brodo.
  7. Fate bollire per due minuti e mezzo.
  8. Su un piatto da portata, mettete le fette di pane e strofinatele con l’aglio.
  9. Condite con pepe, sale e olio. Prelevate le uova e posizionatele sul pane, facendo attenzione a non romperle.
  10. In ultimo, ricoprite con il brodo e, se preferite, mettete altro pepe e olio sulle uova.

Conservazione

Il consiglio migliore è di gustare la zuppa persata appena fatta e calda. In alternativa, potete conservarla in frigo per massimo 1 giorno e riscaldarla all’occorrenza.

Prima di realizzare questa preparazione, può esservi utile capire come fare un perfetto uovo all’occhio di bue.

2/5 (2 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 04-08-2021


Crema alla banana: la ricetta classica di un dessert alla frutta

Salmì: ricetta, cos’è e le migliori proposte con questo tipo di cottura!