Ingredienti:
• 350 g di farina 00
• 30 g di strutto
• 100 g di zucchero
• 25 g di lievito di birra
• 1 arancia non trattata
• 1 limone non trattato
• 9 uova
• burro q.b.
• sale q.b.
• zucchero a velo q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 40 min
cottura: 50 min

Piccillato calabrese, ricetta per preparare il tipico dolce pasquale decorato con uova fresche e perfetto da servire per la colazione del giorno di Pasqua.

Direttamente dalla Calabria arriva la ricetta di un dolce tradizionale tipico del periodo di Pasqua: il piccillato. Abbastanza semplice da preparare, si realizza con un impasto dolce lievitato e uova fresche. Secondo la tradizione vanno usate uova in numero dispari: quelle da inserire intere nell’impasto vanno lavate con cura per eliminare tutte le impurità.

Vi consiglio di prepararlo il giorno prima in modo da poterlo servire per colazione proprio la domenica di Pasqua.

10 ricette per arrivare pronti alla prova costume

Piccillato pasquale
Piccillato pasquale

Preparazione del piccillato di Pasqua

  1. Per prima cosa fate sciogliere il lievito in una tazza di acqua tiepida, aggiungete due cucchiai di farina e fate lievitare per un’oretta.
  2. Trascorso questo tempo versate il resto della farina sul tagliere formando la classica forma a fontana. Sgusciatevi all’interno tre uova poi unite lo strutto, il sale, la scorza degli agrumi e il mix di farina e lievito preparato in precedenza.
  3. Iniziate ad impastare poi aggiungete anche lo zucchero, impastate bene poi mettete l’impasto all’interno di uno stampo per ciambelle imburrato. Tenete da parte un pugno di impasto che vi servirà per la decorazione finale. Coprite il tutto con un canovaccio pulito e fate lievitare per 3-4 ore.
  4. Trascorso il tempo di lievitazione adagiate le uova intere rimaste, ben pulite, sulla pasta premendole molto delicatamente. Con l’impasto tenuto da parte realizzate la decorazione che preferite, poi infornate in forno già caldo a 200 °C per 10 minuti. Abbassate la temperatura a 170 °C e fate cuocere per 45 minuti.
  5. A cottura ultimata togliete dal forno e lasciate raffreddare completamente prima di servire e spolverare con lo zucchero a velo.

In alternativa vi consigliamo di provare la focaccia pasquale veneziana oppure qualche altro dolce pasquale.

Conservazione

Il piccillato di Pasqua si conserva per circa 3 giorni in un luogo fresco e asciutto, meglio se sotto una campana apposita per dolci in modo da mantenerne la morbidezza. Sconsigliamo la congelazione in freezer.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Pasqua

ultimo aggiornamento: 24-03-2020


Pan di mele: un dessert profumato e facile da preparare!

Pasta fatta in casa, ma senza glutine? Ecco gli gnocchi di grano saraceno