Ingredienti:
• 200 g di farina 00
• 200 g di semola rimacinata di grano duro
• 1 cucchiaio di olio
• 100 ml di acqua
• 200 g di pecorino romano
• pepe q.b.
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 30 min
cottura: 15 min

Nati dalla fusione di due cucine, i pici cacio e pepe preparati con la ricetta originale senese sono davvero strepitosi.

La ricetta della cacio e pepe è di origine romana e, secondo la trazione, il formato di pasta che meglio le si addice sono gli spaghetti. Ma cosa succede se un piatto tradizionale laziale sconfina in Toscana? Nascono i pici cacio e pepe! Questo primo piatto di pasta fresca è il frutto della contaminazione di due cucine diverse e, prendendo il meglio di ciascuna, restituisce qualcosa di davvero sensazionale.

I pici, infatti, una sorta di spaghettone preparato con acqua e farina (00 e di semola), sono molto più corposi e per loro natura attirano tantissimo condimento. Come nella ricetta tradizionale, anche in questo caso utilizzeremo solo tre ingredienti, oltre a quelli necessari per la preparazione della pasta: pecorino, pepe e pici per l’appunto. Scopriamo insieme la ricetta originale dei pici cacio e pepe.

Pici cacio e pepe
Pici cacio e pepe

Come preparare la ricetta dei pici cacio e pepe

Volendo potete preparare i pici anche con uno o due giorni di anticipo e conservarli in frigorifero allargati su un canovaccio pulito e spolverizzati di farina di mais per evitare che si attacchino. Per un primo piatto veloce, potete optare anche per i pici già pronti, freschi o essiccati. Vediamo subito come procedere in entrambi i casi!

Come fare i pici

come fare i pici
come fare i pici
  1. Cominciate della pasta. Mettete in una ciotola i due tipi di farina e l’olio quindi aggiungete poco per volta l’acqua, mescolando con la mano.
  2. Quando l’impasto comincerà a compattarsi, trasferitelo sulla spianatoia e continuate a impastare. Dovrete ottenere un panetto liscio ma non troppo duro.
  3. Copritelo con una ciotola capovolta e lasciatelo riposare per un’ora.
  4. Trascorso il tempo di riposo, stendete la pasta con un matterello fino a raggiungere uno spessore di 3-4 mm.
  5. Ricavate poi con un coltello o con una rotella taglia pasta delle strisce di 2 mm di larghezza e lavorate ciascuna con il palmo delle mani finché non avrete ottenuto uno spaghettone di 3 mm circa di diametro. Tagliateli poi così da averli lunghi 30 cm.

Mettete a cuocere i pici in abbondante acqua salata (ci vorranno circa 10 minuti).

Come fare i pici cacio e pepe

Se, invece, usate la pasta già pronta tuffate la pasta in acqua. La cottura, in questo caso sarà molto più lunga: parliamo di circa 30 minuti, ma controllate sempre la confezione.

preparazione dei pici cacio e pepe
preparazione dei pici cacio e pepe
  1. Mentre la pasta cuoce, preparate la crema di pecorino. Grattugiate finemente il formaggio in una ciotola, unite una generosa macinata di pepe e poca acqua di cottura. Mescolate in modo da ottenere una pasta densa e priva di grumi.
  2. Una volta pronta la pasta, scolatela e trasferitela in una padella con un mestolo della sua acqua di cottura.
  3. Unite la crema di formaggi e mantecate bene a fiamma bassa fino a ottenere una crema. Se necessario potete unire altra acqua.
  4. Una volta pronti, servite i pici cacio e pepe ben caldi, completando con una spolverata di pepe nero macinato al momento.

Come detto, questo primo è una rivisitazione di una ricetta tradizionale romana: gli spaghetti cacio e pepe.

0/5 (0 Reviews)

Scopri quello che c'è da sapere sul dimagrimento... potresti rimanere sorpresa.


Carbonara con panna: perché non provare anche questa variante?

Tonnarelli cacio e pepe: impossibile resistere