Pollo alla Marengo

Il pollo alla Marengo unisce storia e cucina in un abbraccio dai tanti sapori, è una ricetta che vi farà incoronare come il migliore degli chef.

Il pollo alla Marengo è una ricetta sontuosa, che richiede un po’ di tempo per la preparazione, ma perfetta per un pranzo importante. La leggenda vuole che Napoleone, al termine della vittoriosa battaglia di Marengo, abbia chiesto al cuoco delle truppe francesi Dunand, di preparargli un piatto sostanzioso. Lo chef si è “arrangiato” con le poche cose che aveva in cambusa, compresi dei gamberi di fiume, preparando un piatto apparentemente con ingredienti contrastanti, ma buonissimo e apprezzato dal generale francese. Se li trovate, potete riprodurre la versione originale usando al posto degli scampi dei gamberi di fiume e quattro porcini freschi al posto di quelli secchi.

DIFFICOLTÀ: 2

COTTURA: 60′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 30′

INGREDIENTI PER IL POLLO ALLA MARENGO (4 persone)

  • 1 pollo tagliato in 8 pezzi
  • 4 scampi
  • 400 g di passata di pomodoro
  • 4 uova
  • 100 g di farina
  • 4 fette di pane casareccio
  • 20 g di funghi porcini secchi
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • 400 ml di vino bianco secco
  • 1 limone
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto di prezzemolo
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

PREPARAZIONE DEL POLLO ALLA MARENGO

Tagliate il pollo in otto pezzi, o fatevelo preparare dal macellaio. Mettete la farina in una scodella e rigiratevi i pezzi di pollo eliminandone l’eccesso. Mettete i porcini secchi a rinvenire in acqua leggermente tiepida. Tritate finemente le foglie del rametto di prezzemolo.

Mettete su un fuoco medio un’ampia padella antiaderente. Versatevi l’olio con lo spicchio d’aglio pulito ma intero, fategli prendere temperatura, quindi adagiatevi i pezzi di pollo. Rosolateli da entrambi i lati per un minuto per lato. Aggiungete 100 millilitri di vino bianco e fatelo evaporare. Eliminate lo spicchio d’aglio e versate la passata di pomodoro, fategli prendere bollore, coprite con il coperchio e fate sobbollire per venti minuti. Scolate e strizzate i funghi porcini, e versateli nella padella. Fate cuocere per altri venti minuti.

Nel frattempo, preriscaldate il forno a 180°. Lavate e pulite gli scampo. Incidete il carapace sulla schiena e con uno stuzzicadenti eliminate il budello interno nero. Mettete il restante vino in una casseruola, portatelo a bollore, versatevi gli scampi e cuoceteli per quattro minuti. Scolateli e uniteli al pollo insieme al succo di limone. Fate riprendere il bollore, fate andare per un altro minuto e spegnete il fuoco. Aggiungete il prezzemolo tritato e coprite lasciando intiepidire.

Mettete le fette di pane in forno a bruscare per cinque minuti. Nel frattempo, cuocete le quattro uova singolarmente all’occhio di bue. Preparate le porzioni mettendo in ogni piatto una fetta di pane bruscato con sopra l’uovo all’occhio di bue e con accanto due pezzi di pollo, uno scampo e parte dell’intingolo. Andare subito in tavola.

FOTO DA: PINTEREST

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 03-02-2017

G Boschi

X