Ingredienti:
• 600 g di farina 00
• 350 g di acqua
• 30 g di strutto
• 15 g di lievito di birra
• sale q.b.
• pepe q.b.
• olio extravergine di oliva q.b
• 160 g di salame napoletano
• 130 g di pecorino
• 5 uova + 1 tuorlo
difficoltà: facile
persone: 8
preparazione: 60 min
cottura: 50 min

Il casatiello napoletano è un rustico salato farcito con salame e pecorino e guarnita con le uova, immancabile a tavola durante il periodo delle festività pasquali.

Oggi prepariamo la ricetta del casatiello napoletano, un rustico che viene spesso servita a Pasqua, molto simile al tortano. Questa torta salata non è altro se non un lievitato arricchito con cubetti di salame, pecorino e decorato con uova.

La differenza sostanziale fra tortano e casatiello sta nell’uso delle uova: nel casatiello vengono disposte sopra agli estremi del ciambellone salato, e poi fissate con una croce di pasta, che assume una simbologia cristiana. Nel tortano, invece, le uova sono parte integrante del ripieno. C’è chi afferma, tuttavia, che la vera differenza stia in un altro aspetto del ripieno: il casatiello era anticamente sembra venisse preparato solo con prodotti “poveri” e più facili da reperire: come strutto, uova e sugna. Invece il tortano era più gourmet come preparazione, prerogativa delle famiglie più ricche, e quindi condito con anche salumi e formaggi.

Ma bando alle ciance, che cosa stiamo aspettando? Andiamo a vedere come preparare questo rustico napoletano: ecco a voi la ricetta originale del casatiello salato!

10 ricette per tenersi in forma

casatiello napoletano salato
casatiello napoletano salato

Come fare il casatiello salato napoletano con la ricetta originale

  1. Cominciate prendendo una ciotola capiente e mischiate l’olio e lo strutto. Mescolate bene con una forchetta fino a che non risulterà una cremina abbastanza liquida.
  2. Ora unite il lievito precedentemente sciolto in acqua con sale e pepe e continuate a mescolare con la forchetta.
  3. Unite, man mano la farina, mescolando con delicatezza gli ingredienti per farli amalgamare per bene.
  4. Lavorate l’impasto energicamente e quando avrete ottenuto un composto omogeneo, lasciatelo lievitare per almeno 2 ore.
  5. Quando sarà trascorso il tempo necessario, prelevatene una piccola parte della pasta che vi servirà per dopo e stendete la rimanente sul vostro piano di lavoro infarinato.
  6. Disponete al centro i pezzetti di pecorino e il salame tagliato a quadratini. Infine arrotolate su se stesso l’impasto per vero casatiello napoletano.
  7. Prendete uno stampo per ciambelle leggermente unto e infarinato e mettetevi dentro il rotolo, unendo le due estremità.
  8. Posizionate le uova crude in superficie e sigillatele con delle croci di pasta.
  9. Lasciatelo lievitare nella tortiera ancora per circa 1 oretta.
  10. Infine, cuocete in forno a 180 °C per circa cinquanta minuti.

Se invece avete il mitico robottino, ecco come fare il casatiello con il Bimby! Sapete che potete prepararlo anche come dessert? Ecco la ricetta del casatiello dolce.

Casatiello rustico fatto in casa: tutte le varianti da provare

Oltre alla farcitura tradizionale, per il ripieno, potete un po’ sbizzarrirvi con i salumi e il formaggio che preferite. Non dovrebbe mai mancare il salame tipo Napoli, ma voi potete arricchirlo con pancetta, guanciale, provola, scamorza e tantissimi altri salumi e formaggio che vi piacciono. L’unico consiglio? Non utilizzate mozzarella o altri prodotti caseari umidi, bagneranno l’impasto e rovineranno il vostro casatiello di Pasqua.

Una curiosità: a Napoli si dice “sì proprio ‘nu casatiello!” per indicare una persona un po’ pesante, difficile, proprio questa preparazione. Sarà effettivamente difficile digerire questo piatto, ma d’altro canto vi assicuriamo che una volta assaggiato non riuscirete a smettere. Anche i bambini ne vanno pazzi, soprattutto per le uova, decorative e commestibili, che si trovano in superficie. Le uova, saranno diventate sode dopo tanto tempo in forno e quindi assolutamente buone da mangiare… magati aggiungendo un pizzico di sale.

Se volete approfondire, invece, ecco tutte le nostre proposte per il vostro menù di Pasqua e tanti altri antipasti pasquali!

Conservazione

Conservate in un luogo fresco per 3/4 giorni massimo. Volendo, dopo la cottura del casatiello, potete anche congelarlo a fette e scongelarlo all’occorrenza.

5/5 (1 Review)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Pasqua

ultimo aggiornamento: 27-02-2022


Pan di mandarino, un dolce soffice e profumato

Tagliata di ricciola, il secondo di pesce che non ti aspetti