Ingredienti:
• 300 g di riso
• 2 cucchiai di burro
• 4 uova
• 100 g di caciocavallo
• pangrattato q.b.
• 1 mazzetto di prezzemolo
• olio di semi q.b.
• sale q.b.
• pepe q.b.
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 30 min
cottura: 30 min

Preparare le polpette di riso ragusane è davvero semplice e una volta assaggiate non smetterete più di cucinarle. Vediamo tutti i passaggi della ricetta.

Le polpette di riso non vanno confuse con gli arancini. Se infatti in entrambi i casi si utilizza del riso cotto, la ricetta che vi proponiamo noi oggi è assai più semplice. Questo prodotto tipico infatti se prepara semplicemente amalgamando riso, uova, prezzemolo e caciocavallo grattugiato a cui poi si dà la caratteristica forma di polpetta.

Questo fingerfood sfizioso va fritto e non provate a saltare questo passaggio optando per cotture leggere. Sapete che di leggero, nella cucina siciliana, c’è davvero poco. Vi garantiamo che al primo assaggio, quando vedrete filare il formaggio, capirete di aver fatto la scelta giusta.

10 ricette per tenersi in forma

polpette di riso ragusane
polpette di riso ragusane

Come preparare la ricetta delle polpette di riso ragusane

  1. Per prima cosa mettete a cuocere il riso in acqua salata per 15 minuti. Una volta pronto, scolatelo e amalgamatelo al burro.
  2. A parte, in una ciotola, sbattete 2 uova con un pizzico di sale, una macinata di pepe e il caciocavallo grattugiato con la grattugia a fori grossi. Incorporate poi il prezzemolo tritato al coltello.
  3. Unite il riso e mescolate bene fino a ottenere un composto asciutto e lavorabile con le mani. Se necessario potete aggiungere qualche cucchiai di pane grattugiato. Formate delle polpette grandi circa come una noce e mano a mano che sono pronte adagiatele su un piatto.
  4. Sbattete le due uova rimaste in un piatto e mettete in un altro il pane grattugiato. Passate le polpette prima nell’uovo e poi nel pane quindi friggetele in abbondante olio di semi fino a che non risulteranno dorate e croccanti.
  5. Scolatele con una schiumarola e passatele su carta assorbente prima di servirle, ben calde.

Se amate le ricette sfiziose non fatevi sfuggire questa: è qualcosa di incredibile pur essendo molto semplice da realizzare.

Conservazione

Come per tutti i fritti, anche in questo caso il nostro consiglio è di consumarle appena fatte. Se vi dovessero avanzare potete riscaldarle brevemente in padella prima di consumarle.

5/5 (2 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 13-08-2022


Caipiroska, la ricetta del cocktail alla fragola!

Merluzzo al cartoccio, perfetto se cercate un secondo di pesce facile