Ingredienti:
• 200 g di farina 0
• 2 uova
• 6 g di nero di seppia in polvere
• 300 g di filetto di spigola o merluzzo
• 2 cucchiai di timo
• 100 g di ricotta
• 1 noce di burro
• albume q.b.
• 1 spicchio di aglio
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 30 min
cottura: 10 min

Ravioli al nero di seppia ripieni di ricotta e pesce: la ricetta perfetta per gli amanti della pasta fresca fatta in casa!

I ravioli al nero di seppia ripieni sono un primo piatto perfetto per chi ama cimentarsi con la preparazione della pasta fresca e sopratutto per gli amanti del pesce. La pasta, infatti, è arricchita dal nero di seppia, mentre il ripieno è a base di pesce e ricotta.

Per il condimento vi consiglio un leggerissimo condimento a base di burro ed erbe aromatiche. Ecco la ricetta passo per passo!

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Ravioli al nero di seppia
Ravioli al nero di seppia

Preparazione dei ravioli al nero di seppia ripieni di pesce

  1. Per preparare i ravioli di pesce fatti in casa iniziate dalla preparazione del ripieno: tagliate il pesce a cubetti poi fatelo rosolare in padella con il burro e l’aglio per alcuni minuti.
  2. Terminata la cottura del pesce togliete l’aglio e trasferite il pesce cotto in una ciotola.
  3. Aggiungete la ricotta, il timo e l’albume quanto basta per ottenere un composto cremoso ma non liquido.
  4. Lasciate raffreddare e nel frattempo dedicatevi alla preparazione della pasta fresca.
  5. Ponete la farina su di un tagliere o in una ciotola capiente, sgusciate al centro le uova, unite il nero di seppia e iniziate ad impastare.
  6. Lavorate bene fino ad ottenere un panetto compatto e liscio.
  7. Stendete l’impasto con il mattarello o l’apposita macchina e confezionate i vostri ravioli realizzando la forma che preferite.
  8. Farcite una metà di impasto con un cucchiaino di ripieno e chiudete bene con una altra sfoglia sigillando i bordi con attenzione.
  9. Fate cuocere i ravioli in acqua bollente salata per pochi minuti e condite a piacere.

In alternativa vi consiglio di provare gli spaghetti al nero di seppia.

Conservazione

Questo primo piatto gourmet ed elegante, ma facilissimo da realizzare, è bene consumarlo appena pronto e ancora caldo. Se tuttavia non doveste riuscire a finirli potete conservarli in frigorifero per massimo mezza giornata. Sconsigliamo la congelazione in freezer.

0/5 (0 Reviews)

Anche noi vogliamo dire la nostra sui calzoncelli di castagne

Direttamente dalla Turchia ecco il Burek, il rotolo di pasta fillo ripieno!