Ingredienti:
• 125 g di burro a temperatura ambiente
• 125 g di zucchero semolato
• 100 g di farina di mais
• 75 g di farina 00
• un pizzico di sale
• 75 g di mandorle tostate e sbucciate
• 1 bustina di lievito per dolci
• 2 uova intere
• 2 tuorli
• 2 cucchiai di liquore Strega
• zucchero a velo per decorare
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 30 min
cottura: 40 min
kcal porzione: 460

L’Amor polenta è il dolce tipico della città di Varese: una torta a base di mandorle tostate e farina di mais. Ecco la ricetta originale!

L’Amor polenta è un dolce tipico della Lombardia, in particolare di Varese, a base di farina di mais finemente macinata e mandorle tostate. L’utilizzo della farina di mais, generalmente utilizzata nella preparazione della polenta, rende il dolce un po’ insolito ma sicuramente invitante.

Un’altra particolarità di questa torta è senza dubbio lo stampo scanalato necessario per realizzare proprio questo dolce, ma se non riuscite a trovarlo, potete utilizzare un comunissimo stampo per plumcake.

All’origine dell’Amor polenta, come spesso accade per le ricette tradizionali, è difficile risalire, tuttavia molti citano lo storico pasticcere di Varese Carlo Zamberletti (della Pasticceria Zamberletti) come suo inventore. Questo dolce ha vissuto il suo momento di gloria negli anni ’60, quando fu apprezzato da diverse personalità di spicco del panorama musicale e intellettuale, ma ancora oggi, a Varese, è molto facile trovarlo in tutte le pasticcerie della zona. Ecco la ricetta!

Amor Polenta
Amor Polenta

Come fare la torta Amor polenta

  1. Iniziate montando lo zucchero con il burro morbido a temperatura ambiente.
  2. Unite il sale, le uova intere i tuorli uno alla volta.
  3. A parte tritate finemente le mandorle fino ad ottenere una farina. Potete anche usare un mixer, ma fate attenzione a non far surriscaldare il robot e non lavorate troppo il composto altrimenti diventerà una pasta.
  4. Unite la farina di mandorle
  5. al composto di burro e uova e completate anche con le farine e il lievito e per ultimo il liquore Strega.
  6. Imburrate e infarinate lo stampo scanalato apposito per questa preparazione e versatevi all’interno l’impasto.
  7. Stendetelo bene e infornate in forno già caldo a 185°C per 40 minuti. Verificate la cottura facendo la classica prova dello stecchino: se esce asciutto la torta è pronta.
  8. Togliete il dolce dal forno e lasciate raffreddare completamente prima di toglierlo dallo stampo e di spolverare a piacere con lo zucchero a velo.

Se preferite potete servire questo dolce con frutta fresca o crema chantilly.

Conservatelo in un luogo asciutto per due o tre giorni; in alternativa, si può anche congelare (dopo la cottura) per circa un mese.

I consigli di Primo Chef

Fin ora abbiamo abbiamo visto la ricetta classica, ma per volesse variare un po’, ecco qualche suggerimento.

  • Se non trovate il liquore Strega potete sostituirlo con del rum o del liquore all’amaretto.
  • Chi non vuole acquistare l’apposita forma scanalata, potrà usare uno stampo classico per plumcake (quello che avete a casa), le cui dimensioni massime ideali sarebbero sui 25×10 cm.
  • Non avete le mandorle? Provate con le nocciole!
  • Per una versione senza glutine del dolce, invece, vi basterà sostituire la farina 00 con farina di riso oppure un apposito preparato gluten free.

Se amate la farina di mais, ecco un’altra ricetta da non perdere: polenta e osei dolce dalla tradizione bergamasca.

0/5 (0 Reviews)

Scopri i consigli per una casetta di pan di zenzero perfetta

TAG:
Gusto e salute newsletter_ricette

ultimo aggiornamento: 23-05-2018


Croque madame: la ricetta francese del delizioso toast con uovo e formaggio!

Come fare la pasta di pistacchio, ideale per guarnire i vostri dessert