Vediamo la ricetta del limoncello con il Bimby, un liquore digestivo che sa d’estate e di Costiera Amalfitana!

Un liquore originario della Campania e che per molti è sinonimo di mare e estate: il limoncello. È dolce, fresco e anche molto alcolico perchè preparato con alcol puro al 95 %: perfetto come finepasto per digerire, si gusta un bicchierino alla volta.

Gli ingredienti sono davvero pochi ed economici: limoni (magari quelli del vostro albero!), zucchero, acqua e alcol puro; consigliamo di prestare particolare attenzione a quest’ultimo e acquistarne uno di ottima qualità. Seguendo questa ricetta, potete preparare limoncello con Bimby TM5 e TM31.

Ingredienti per la ricetta del limoncello di Sorrento Bimby (per 10 persone)

  • 10 limoni biologici di Sorrento
  • 1 l di acol etilico
  • 1 kg di zucchero
  • 1 l di acqua

DIFFICOLTA‘: 1 | TEMPO DI COTTURA: 30′ | TEMPO DI PREPARAZIONE: 10′

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

limoncello bimby
Fonte foto: https://it.pinterest.com/pin/255579347583478925/

Come fare il limoncello con il Bimby

Iniziate a lavare minuziosamente i limoni con acqua calda corrente, spazzolandoli o strofinandoli con un spugnetta per piatti nuova. Poi asciugateli con un canovaccio pulito e, con l’aiuto di un pelapatate sbucciate i limoni, avendo cura di conservare solo la parte gialla. La parte gommosa bianca è amarognola: cercate di prelevarne il meno possibile.

In un vaso capiente, versate alcol e scorze di limone e lasciate in infusione per 20/30 giorni, meglio se coperto. Ponete il tutto, se possibile, in una stanza fresca e al riparo dai raggi del sole che potrebbero far evaporare il liquido o comunque comprometterne la consistenza. Una volta al giorno controllatelo e dategli una mescolata.

Trascorso il tempo di riposo, procedete con la preparazione dello sciroppo: nel boccale del Bimby ponete acqua e zucchero (30 minuti, velocità 2, 100 °C). Il tempo può sembrare piuttosto lungo, ma calcolate che dovete far sciogliere ben 1 kg di zucchero!

Quando il composto sarà completamente freddo, unitelo all’alcol. Filtrare il tutto in modo da eliminare le scorze di limone (e eventuali piccole impurità) e trasferite in bottiglie sterilizzate in precedenza.

Ponete in dispensa, in freezer o in frigorifero per una settimana prima di poterlo consumare e…buon appetito!

Conservatelo in freezer per gustarlo sempre fresco: sarà perfetto anche in caso di ospiti inattesi. Potete usare il limoncello anche per bagnare dolci (come babà e pan di Spagna) o per insaporire creme (come crema diplomatica e crema pasticcera).

La storia del limoncello

Molto curiosa è la storia di questo spirito, da sempre pervasa di leggende e storielle tramandate dalla gente. La leggenda vuole che Zeus confidò la magica ricetta e la segreta preparazione come dono ad un comune mortale (mai reso noto).

Che questo fortunata persona fosse un antenato della signora Maria Antonia Farace? La signora, caprese, è infatti la capostipite della famiglia Canale, che nel 1988 fu la prima a registrare il marchio. Questa storia è sicuramente molto pittoresca, ma ancora oggi Capri, Amalfi e Sorrento se ne contendono la paternità.

Fonte foto: https://it.pinterest.com/pin/255579347583478925/

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Ricette Bimby

ultimo aggiornamento: 15-06-2018


Dolmades della Grecia: la ricetta tipica

Cherry pie vegana: versione alternativa del dolce americano