Ingredienti:
• 200 g di farina 00
• 150 g di zucchero a velo
• 120 g di miele
• 250 g di mandorle
• 150 g di uvetta
• 80 g di canditi
• scorza di arancia q.b.
• 1 ostia
difficoltà: facile
persone: 8
preparazione: 15 min
cottura: 25 min

Il Panforte senese è un dolce tipico toscano a base di mandorle, uvetta e canditi che si prepara sopratutto durante le festività natalizie.

Oggi andiamo in Toscana per preparare uno dei simboli della cucina tradizionale: il Panforte di Siena, un dolce che viene preparato e gustato soprattutto durante le feste natalizie, e la cui storia risale ai tempi del Medioevo. Questo dessert viene preparato in diverse versioni, fra cui il Panforte nero e il Panforte bianco, che variano a seconda degli ingredienti utilizzati.

Nella ricetta di oggi andremo a realizzare un panforte bianco variando leggermente la ricetta originale del Panforte di Siena IGP. Se volete assaggiare dei dolci natalizi nuovi e particolari, provate a farlo: piacerà sicuramente a tutti!

10 ricette per arrivare pronti alla prova costume

Panforte di Siena
Panforte di Siena

Come fare il Panforte toscano

  1. In una ciotola capiente, mescolate la farina con l’uvetta, i canditi, le mandorle e 1 cucchiaino di cannella. A questo punto, mettiamo sul fuoco un pentolino con mezzo bicchiere d’acqua, e inseriamo anche lo zucchero a velo e il miele, andando a creare una sorta di glassa.
  2. Amalgamate la grassa agli altri ingredienti e aggiungete la scorza d’arancia. Prendete una teglia o una tortiera e foderate i bordi con la carta da forno, poi mettete l’ostia sul fondo e riempitela con l’impasto.
  3. Cuocete in forno per circa 20 minuti a 200°. Una volta pronto, decorate il panforte con uno strato abbondante di zucchero a velo e lasciatelo riposare per qualche minuto. Buon appetito!

Panforte: la storia del dolce

Le origini di questo manicaretto natalizio sono molte antiche e pensate che le prime testimonianze risalgono addirittura all’anno Mille, quando ancora era chiamato come Pane Natalizio. Alcune fonti invece riportano i nomi di Pan Pepato o Pane Aromatico.

Ai tempi si trattava di un dolce da nobili, ricco di spezie e ingredienti rari e costosi, ma col tempo la ricetta si modificò, fino ad arrivare al 1879: in quell’anno la regina Margherita fece visita a Siena, e per l’occasione fu preparato proprio questa torta, che subì delle modifiche fondamentali: fu ricoperta, infatti, da zucchero anziché pepe, e all’interno dell’impasto non fu messa la concia di melone.

Nacque così il Panforte Margherita, oggi chiamato e commercializzato invece con il nome Bianco.

Se vi è piaciuto questo dolce, allora dovete provare anche la nostra squisita torta alle pere e cioccolato!

4/5 (2 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 25-12-2019


Le migliori ricette anti influenza: 10 piatti gustosi e salutari!

Il cotechino diventa… originale: provatelo in crosta!