Ricetta originale dei pizzoccheri alla valtellinese con verza e patate

Pizzoccheri alla valtellinese: un piatto tradizionale lombardo!

Ingredienti:
• 350 g di farina di grano saraceno
• 150 g di farina 0
• 270 g di acqua
• 200 g di formaggio per pizzoccheri (Casera o Fontina)
• 60 g di formaggio grattugiato
• 250 g di verza
• 100 g di burro
• 2 patate
• aglio q.b.
• sale e pepe q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 30 min
cottura: 25 min
kcal porzione: 270

Prepariamo la ricetta dei pizzoccheri della Valtellina, un primo piatto sostanzioso e nutriente a base di tagliatelle di grano saraceno condite con formaggio, patate e verza.

I pizzoccheri sono un tipo di pasta preparata con un misto di farina 0 e farina di grano saraceno (due terzi del totale) ingrediente che conferisce loro il tipico colore marroncino-grigiastro. Secondo la tradizione, questa pasta viene bollita insieme a patate e verza, per poi venire mantecata con burro e formaggio in padella. Un piatto davvero gustoso e nutriente, perfetto per ogni occasione e che piacerà a tutti!

Questo primo piatto della tradizione lombarda sembra molto complesso a vedersi, ma in realtà è una preparazione fatta di pochi e semplici passaggi. Seguite la nostra ricetta originale dei pizzoccheri, e in pochi minuti vi tufferete nei profumi della Valtellina!

Andiamo a vedere come fare i pizzoccheri valtellinesi!

Pizzoccheri alla valtellinese
Pizzoccheri alla valtellinese

Preparazione dei pizzoccheri della Valtellina

La preparazione della ricetta si divide in due: la realizzazione della pasta e la cottura: andiamo con ordine!

Come fare i pizzoccheri

Cominciamo a preparare l’impsto per i pizzoccheri fatti in casa.

  1. In una ciotola mischiate le due farine e aggiungete l’acqua e un pizzico di sale.
  2. Impastate bene con le mani e quando l’impasto sarà abbastanza solido, trasferite il tutto sul vostro piano di lavoro infarinato.
  3. Continuate ad impastare fin quando non otterrete un composto elastico e omogeneo. A quel punto, stendetelo con un mattarello fino a quando non avrete un dischetto di pasta.
  4. Date al disco una forma quadrata e poi tagliatelo a strisce larghe. A questo punto, ogni striscia andrà ulteriormente tagliata in tante striscioline più piccole. Come dimensione, state sui 7 cm di lunghezza, 0.5 cm di larghezza e 3 mm di spessore.

Come si cucinano i pizzoccheri

Passiamo alla preparazione del condimento e alla cottura vera e propria dei pizzoccheri di Teglio.

  1. Lessate le patate pelate e ridotte a pezzetti in acqua bollente salata per 15 minuti.
  2. Trascorso questo tempo, aggiungete anche la verza e dopo qualche minuto, tuffate anche i pizzoccheri nella pentola. Cuoceranno insieme alle verdure per 10 minuti.
  3. In una padella, fate scaldare il burro con uno spicchio d’aglio. Quando i pizzoccheri saranno pronti, scolateli insieme alle verdure direttamente nella padella, aggiungendo un po’ di acqua di cottura.
  4. Mantecate con il formaggio tagliato a cubetti, il formaggio grattugiato e un pizzico di pepe.
  5. Amalgamate bene tutti gli ingredienti, togliete l’aglio e servite i vostri pizzoccheri alla valtellinese ancora caldi. Buon appetito!

Consigli e varianti della ricetta

• Potete anche preparare una bella teglia di pizzoccheri al forno, più simile – appunto – alla pasta al forno e da servire magari come piatto unico. La ricetta e le dosi sono le stesse, ma dopo aver fatto bollire la pasta, la verza e le patate disponete il tutto in una teglia, intervallando gli strati con del formaggio. Ponete in forno caldo a 180°C per 10 minuti: è sufficiente che il formaggio si sciolga.

• Qual è il miglior formaggio per i pizzoccheri? Ovviamente i più indicati sono quelli della zona, come Casera o Fontina; secondo l’Accademia del pizzocchero il Valtellina Casera DOP è perfetto.

• Per chi volesse una versione light dei pizzoccheri, può omettere le patate e diminuire le dosi di formaggio. In generale non è piatto molto calorico (seppur nutriente) in sé, ma tutto dipende da quando formaggio ci mettete!

Questa è la ricetta dei pizzoccheri della Valtellina, precisamente di Teglio, da non confondere con quelli della Valchiavenna, più simili a degli gnocchetti di pane.

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 23-10-2018

X