Sprechi alimentari: 10 consigli per ridurli a casa vostra

10 consigli per evitare gli sprechi in cucina

Compostaggio, spesa consapevole, programmazione.. sono solo alcuni dei consigli per evitare gli sprechi alimentari domestici.

Si sente sempre più spesso parlare di sprechi alimentari e per questo abbiamo pensato di stilare 10 consigli che possono essere seguiti da tutti nella vita di ogni giorno. Non parleremo solo di spreco di cibo ma anche di risorse come gli imballaggi e vi daremo qualche consiglio per imparare a non sprecare facendo del bene, non solo all’ambiente ma anche al vostro portafoglio.

Come evitare gli sprechi in cucina

Alcuni punti sembreranno quasi banali ma spesso non ci si pensa su troppo, agendo d’impulso. Vediamo insieme qualche consiglio per ridurre gli sprechi.

Verdure surgelate
Verdure surgelate

Spesa intelligente. Tutto inizia da qui, per questo è importante acquistare solo quello che occorre per la settimana e per farlo senza sprechi il modo migliore è programmare i pasti della famiglia.

Meal prep. Questa tecnica, di cui abbiamo già parlato, permette di cucinare in anticipo tutti i pasti della settimana ma può anche essere utilizzate semplicemente per programmare cosa mangiare e quando, così da acquistare solo quello che effettivamente serve.

Attenzione agli imballaggi. Lo spreco non è solo di cibo ma anche di risorse. Scegliete alimenti con il minor quantitativo di imballo possibile, prediligete quello riciclato e riciclabile oppure orientatevi sui prodotti alla spina.

Pasti pronti, no grazie. Sempre nell’ottica di ridurre gli imballi, sarebbe opportuno evitare l’acquisto di piatti pronti confezionati e dedicarvi alla preparazione dei piatti voi stessi. In fin dei conti le idee sul nostro sito non mancano!

Doggy bag. Presente in molti ristoranti, permette di portare a casa gli avanzi della vostra cena. In questo modo avrete qualcosa di buono e pronto da gustare al lavoro il girono seguente.

Spesa intelligente parte 2. Sempre nell’ottica di una spesa più consapevole, quando acquistate frutta e verdura non cercate la perfezione: anche se non è bella, può essere ancora buona ed eviterete che venga gettata.

Invenduto. Il problema dello spreco caratterizza soprattutto i ristoranti e le attività commerciali ed è per questo che è nata l’app Too Good To Go dove potrete prenotare l’invenduto di alcune attività e portarlo a casa.

Schiscetta. Termine milanese per indicare il pranzo da portare al lavoro, è un ottimo modo per combinare gli avanzi domestici ed evitare gli sprechi.

Compostaggio. Uno degli ultimi passi per ridurre gli sprechi è, se si dispone di un giardino o di un terrazzo, praticare il compostaggio. Sono molti i kit in vendita per iniziare che vi permetteranno di ottenere un terriccio autoprodotte per le vostre piante.

Beneficienza. L’ultima spiaggia dei prodotti confezionati, anche prossimi alla scadenza, sono gli enti di beneficienza, come il banco alimentare. Farete del bene a qualcuno ed eviterete lo spreco.

Come vedete sono davvero pochi e semplici i passi che ciascuno di noi può fare per ridurre lo spreco alimentare domestico.

ultimo aggiornamento: 13-03-2020