Ingredienti:
• 10/15 fiori di sambuco
• 3 limoni
• 1 l di acqua
• zucchero q.b.
difficoltà: facile
persone: 8
preparazione: 20 min
cottura: 15 min

È ottimo per preparare bevande e insaporire dessert di ogni tipo: è lo sciroppo con i fiori di sambuco. Ecco come farlo in pochi e semplici passaggi!

È un must di alcune zone dell’Alto Adige, ha un profumo inconfondibile ed è un’ottima base per cocktail e drink dissetanti: stiamo parlando dello sciroppo di sambuco. Tradizionalmente i piccoli fiori bianchi del sambuco possono essere messi in infusione nell’acqua in modo che rilascino il loro aroma, dopodiché si aggiungete lo zucchero per formare lo sciroppo.

La bevanda è un ingrediente base per il drink Spritz Hugo, oppure potete abbinarla a acqua frizzante e qualche cubetto di ghiaccio per ottenere una bevanda dissetante e analcolica. Ricordate, infatti, che dovete diluirlo con acqua fredda per gustarlo al meglio!

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Sciroppo di sambuco
Sciroppo di sambuco

Come fare lo sciroppo di sambuco da conservare

In Primavera è impossibile non scorgere molte piante di sambuco, anche sul ciglio della strada. Vi consigliamo di raccogliere i fiori da zone di montagna o poco trafficate.

  1. Dopo aver raccolto i fiori, puliteli accuratamente spruzzandoli con un po’ di acqua e scuotendoli a poco a poco per cercare di eliminare sia l’acqua sia le eventuali impurità.
  2. Staccate i fiori dai gambi, metteteli in un capiente vaso di vetro e coprite con l’acqua.
  3. Lavate i limoni, tagliateli a fettine e mettete anche questi nel vaso di vetro.
  4. Chiudete il vaso di vetro con il tappo e lasciate i fiori in infusione per 24-36 ore, preferibilmente al buio e in un luogo asciutto.
  5. Trascorso questo tempo, filtrate il liquido dai fiori e dalle fettine di limone. Per facilitarvi in questa operazione potete utilizzare un colino a maglie strette oppure potete foderare un colino con una garza.
  6. Pesate il liquido poi mettetelo in una pentola. Aggiungete lo zucchero in equivalente peso, mettete la pentola sul fuoco, portate a bollore poi abbassate la fiamma e fate cuocere per 15 minuti.
  7. Spegnete e imbottigliate lo sciroppo ancora caldo. Far raffreddare a temperatura ambiente e poi conservate in frigorifero.

Come usare lo sciroppo di sambuco

Utilizzate a piacere ricordando che per le bevande lo sciroppo va diluito seguendo la proporzione di una parte di sciroppo per ogni 5/6 di acqua. Potete usarlo per preparare originali cocktail, oppure bagne per torte.
Infine, con questo sciroppo, potete anche preparare la marmellata di fiori di sambuco!

Conservazione

Lo sciroppo di sambuco va conservato in frigo: vista l’assenza di conservanti durerà circa una decina di giorni. In alternativa, congelatelo a cubetti e riponetelo in freezer: potrete conservarlo per alcuni mesi.

5/5 (1 Review)

Peperonata con patate, un contorno per chi non si spaventa di nulla

Margheritine di Stresa, i biscotti tipici del lago Maggiore