Ingredienti:
• 250 g di semola rimacinata
• 2 uova
• 80 g di parmigiano
• 1.5 l di brodo
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 30 min
cottura: 7 min

Scopriamo come preparare la semola battuta, una ricetta della tradizione pugliese poco conosciuta ma da provare assolutamente.

La semola battuta è una pasta tipica pugliese preparata con semola rimacinata di grano duro, uova e formaggio. Inserita dalla regione nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali, viene solitamente servita in brodo di carne o vegetale ed è una delle ricette che proprio non può mancare sulla tavola di Santo Stefano.

Questa particolare pasta fresca di semola è anche nota, proprio per la similitudine nella forma, anche come cous cous del Tavoliere delle Puglie. La sua preparazione infatti è piuttosto particolare: l’impasto viene tagliuzzato al coltello e poi sgranato con le mani. Il risultato è un formato di pasta irregolare che ricorda appunto il piatto tradizionale magrebino.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

semola battuta
semola battuta

Come preparare la ricetta della semola battuta

  1. Per preparare la semola battuta in brodo cominciate dall’impasto. Riunite in una ciotola la farina e il parmigiano poi aggiungete le uova. Impastate con le mani fino a ottenere un panetto piuttosto asciutto ma che comunque resta insieme. Lasciatelo riposare per 30 minuti.
  2. Dividetelo poi in quattro parti, appiattitele leggermente con le mani e, una alla volta, tritatele grossolanamente al coltello o con l’aiuto di una mezzaluna.
  3. Sgranate i tocchetti di impasto passandoli tra le mani così da dargli una forma tondeggiante e, mano a mano che sono pronti, allargateli su un tagliere di legno. La semola battuta deve seccare per 30 minuti prima di essere cotta.
  4. Lessatela poi nel brodo vegetale o di carne per 7 minuti e servitela completando a piacere con una spolverata di parmigiano.

Volendo potete cuocere la semola battuta anche in acqua bollente salata, proprio come la pasta, e condirla con del sugo di pomodoro o del ragù di carne.

Tra le altre ricette tipiche pugliesi vi consigliamo di provare le classiche e intramontabili orecchiette con le cime di rapa.

Conservazione

La semola battuta si può preparare anche con un giorno di anticipo e conservarla in frigorifero fino al momento di utilizzarla. Una volta cotta invece va consumata al momento.

5/5 (1 Review)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 15-03-2022


Avete mai provato la cheesecake greca al miele?

Troppo cremoso il riso zucchine e gamberetti con il Bimby!