La stitichezza è un problema fastidioso, ma si può risolvere facilmente. Ecco come prevenirla e combatterla con gli alimenti e i rimedi naturali giusti.

Molto spesso un’alimentazione povera di fibre, vitamine e sali minerali può causare un blocco intestinale. I problemi di stitichezza sono molto fastidiosi e possono essere dovuti a diverse cause, anche solo il cambio di abitudini o un viaggio. Grazie a dei lassativi naturali e qualche accortezza sulle nostre abitudini alimentari possiamo però risolvere i problemi di costipazione.

Se stiamo parlando di solo 3 o 4 giorni lontano dal bagno non c’è nulla di cui preoccuparsi, magari si tratta soltanto di intestino pigro e si risolve il tutto in maniera naturale. Invece, se i giorni sono di più e si tratta di una stitichezza cronica, sarebbe meglio sentire il medico. Vediamo qualche consiglio e come combattere la stitichezza con i giusti alimenti e i rimedi naturali della nonna.

Stitichezza: rimedi naturali

Feste in tavola! Piatti facili, sfiziosi e originali!

Mal di stomaco
Mal di stomaco

Bere e idratarsi. Bere tantissima acqua aiuta a combattere questo disturbo. Bisogna idratarsi continuamente, anche se alcune persone non amano bere o se non sentono la sete non si preoccupano di farlo. Potete bere anche delle tisane a base di liquirizia, carciofo, finocchio oppure camomilla. Anche il latte, per chi lo tollera è un ottimo rimedio per correre in bagno, soprattutto al mattino presto. Potete bere anche dei succhi di frutta fresca senza zucchero.

Sport. Fare attività fisica o una passeggiata di almeno 30 minuti tutti i giorni aiuta a riattivare il metabolismo e anche l’intestino sarà più rilassato.

Avete mai sentito parlare dei semi di lino per la stitichezza? Sono ottimi perché stimolano i movimenti intestinali e rendono le feci più morbide. Macinate due cucchiai di semi di lino e assumeteli con mezzo litro di acqua fredda mattina e sera.

Cibi lassativi e alimentazione anti-stitichezza

In generale, è importante seguire uno stile di vita regolare ed equilibrato. Sicuramente la frutta e la verdura, mangiate in abbondanza, aiutano. Lo stesso vale per lo yogurt, la crusca, i cereali e tutti i cibi ricchi di fibre: assumerli a colazione sarebbe l’ideale.

Tra i frutti da utilizzare come lassativo naturale, i più conosciuti sono sicuramente le prugne, le albicocche e i kiwi, ma anche la mela (la cotogna, in particolare) e la pera, rigorosamente con la buccia, la parte più ricca di fibre. Quando sono di stagione mangiate anche fichi, kiwi, fragole e lamponi. Riuscirete così a stimolare l’intestino pigro e sentirvi meno gonfie.

Le verdure bollite sono tutte consigliate, soprattutto quelle a foglia verde (zucchine, spinaci, cavolfiori e bietole…). Ottimi, inoltre, i minestroni fatti in casa e i passati di verdure che non solo aiutano a liberarsi dalle scorie in eccesso, ma stimolano anche l’attività intestinale.

Sono da evitare, invece, i formaggi, gli insaccati e le fritture, in quanto hanno un alto contenuto di grassi che rende più difficile la digestione e potrebbero contribuire ad un aumento del peso.

Prugne secche
Prugne secche

Poi, ci sono anche degli alimenti lassativi: le prugne sono senza dubbio il lassativo naturale più conosciuto. Ottime sia fresche che essiccate e si possono portare in viaggio o in borsa. Basterà mangiarne tre o quattro al giorno con la buccia e in poche ore il vostro intestino inizierà ad attivarsi.

Lo zenzero, invece, ha una potente azione digestiva. Mangiatene un pezzettino a crudo, oppure preparate un decotto con una buona quantità di zenzero. Il sapore è piuttosto pungente, ma i risultati sono assicurati.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 12-01-2020


Quali sono i biscotti più venduti in Italia? Ecco la lista completa

Come pastorizzare le uova: trucchi e consigli utili!