Ingredienti:
• 250 g di farina di mandorle
• 100 g di zucchero bianco
• 100 g di zucchero di canna
• 50 g di granella di mandorle
• 5 uova
• 1 cucchiaino di cannella
• 1 limone
• 1/2 arancia
• 1 pizzico di sale
• zucchero a velo q.b.
difficoltà: facile
persone: 8
preparazione: 10 min
cottura: 40 min

Non c’è pasticceria lungo il famoso cammino che non serva la torta di Santiago, un dolce a base di mandorle davvero strepitoso.

Come è facile intuire dal nome, la torta di Santiago è tipica della cucina spagnola, più precisamente della Galizia. Non c’è infatti pasticceria lungo il famoso cammino che non ne tenga esposta una in vetrina, ma è sempre stato così? Difficile dirlo perché la torta di Santiago e la sua storia si perdono nei meandri del tempo. Con tutta probabilità si tratta della Tarta Real, già nota ai primi del ‘500, e preparata con uova, zucchero e mandorle. Allora però le mandorle erano appannaggio di pochi e quindi anche il dolce era in un certo qual modo “esclusivo”.

Oggi, a contraddistinguere la torta ci pensa la decorazione a forma di croce di Santiago, simbolo di un antico ordine monastico militare del XII secolo. A rimanere invariati negli anni invece sono gli ingredienti e, di conseguenza, il suo essere naturalmente senza glutine. Scopriamo insieme come si prepara!

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Torta di Santiago
Torta di Santiago

Come preparare la torta di Santiago con la ricetta originale

  1. Rompete le uova in una ciotola, unite lo zucchero e un pizzico di sale e montate il tutto con le fruste elettriche fino a ottenere un composto chiaro e spumoso.
  2. Incorporate la farina di mandorle (se non la trovate frullate pari quantitativo di mandorle pelate con un paio di cucchiai di zucchero presi dal totale) e la granella di mandorle (anche in questo caso potete prepararla frullando grossolanamente le mandorle oppure tritandole al coltello).
  3. Profumate con la scorza grattugiata dell’arancia e del limone e la cannella quindi mescolate bene.
  4. Versate l’impasto in una teglia da 26 cm di diametro imburrata e infarinata. Per mantenere il dolce glutee free utilizzate al posto della farina della fecola o dell’amido di mais oppure della semplice carta forno.
  5. Cuocete in forno statico a 170°C per 35-40 minuti, facendo la prova stecchino prima di sfornare: se inserito al centro del dolce deve uscirne completamente asciutto.
  6. Una volta fredda, stampate uno stencil con la croce di Santiago, ritagliatelo e decorate con lo zucchero a velo. Ovviamente creare il disegno è facoltativo, ma darà alla torta il suo caratteristico aspetto.

Torta di Santiago con il Bimby

Per preparare la farina di mandorle frullate le 200 g di mandorle con due cucchiai di zucchero presi dal totale per 15 sec. a vel. 5. Per la granella di mandorle invece frullate 50 g di mandorle per 7 sec. a vel.5. Trasferite poi il tutto in un piatto e proseguite come da ricetta.

  1. Rompete nel boccale le uova, unite lo zucchero e mescolate 2 min. a vel. 4.
  2. Aggiungete la farina e la granella di mandorle, la scorza grattugiata di arancia e limone, la cannella e il sale e amalgamate gli ingredienti 20 sec. vel. 3.
  3. Versate l’impasto in una teglia da 26 cm imburrata e infarinata oppure rivestita di carta forno.
  4. Cuocete a 170°C per 35-40 minuti facendo la prova stecchino prima di sfornare.
  5. Una volta fredda decorate con lo zucchero a velo.

Torta di Santiago con pasta frolla

Come per tutte le ricette della tradizione, anche in questo caso ne esistono diverse varianti. La torta di Santiago con la pasta frolla si prepara come la ricetta che vi abbiamo proposto, che è la più diffusa e quella ad aver ottenuto la denominazione IGP (Indicazione Geografica Protetta) nel 2011 a cui viene però aggiunta una base di pasta frolla o pasta brisé e l’impasto preparato con la farina di mandorle si trasforma in una sorta di ripieno.

Potete seguire la nostra ricetta della pasta frolla per preparare questa variante e poi cuocere il tutto a 170°C per 45 minuti.

Conservazione

La torta di Santiago si conserva fuori dal frigorifero, sotto una campana per dolci, fino a una settimana. Se ne sconsiglia la congelazione.

5/5 (1 Review)
TAG:
Torte

ultimo aggiornamento: 16-05-2021


Masala Chai: la bevanda indiana che aiuta contro dolori, digestione e nausea

Spaghetti alle vongole di Cannavacciuolo: qual è il loro segreto?