Ingredienti:
• 180 g di farina 00
• 130 g di maizena
• 270 g di burro
• 350 g di zucchero semolato
• 190 g di latte condensato
• 80 ml di olio vegetale
• 1 bustina di vanillina
• 7 uova
• 1 pizzico di cannella in polvere
• 1 pizzico di anice stellato in polvere
• 2 chiodi di garofano
• 1 pizzico di cremor tartaro
• coloranti per alimenti (rosso e verde) q.b.
• 3 cucchiai di burro fuso
difficoltà: media
persone: 6
preparazione: 40 min
cottura: 40 min
kcal porzione: 160

Con una lunga e difficile preparazione, la torta kek lapis è unica nel suo genere, ma vale la pena provare almeno una volta questa coloratissima ricetta.

Questo dolce è adatto per i più temerari e i più dediti alla pasticceria. La torta kek lapis è uno dei dolci più complicati da preparare, perché la creazione richiede molto tempo e pazienza. Tuttavia, è talmente buona che non potete non provare a realizzarla almeno una volta nella vita. Si tratta di una ricetta della Malesia, un’opera dei pasticceri del Sarawak molto colorata. Si compone di tanti – troppi – strati di vari colori, che vanno cotti uno alla volta, per comporre il dessert finale. Inoltre, il nome di questo dolce è molto indicativo, perché “kek” significa “torta” e “lapis” si traduce con “strati”. Creare l’impasto non è complicato, ma il momento della cottura è abbastanza lungo. Il tutto viene spiegato anche nell’ultima e attesa puntata di “Bake Off Italia 2022″, perché questo dolce ne è uno dei protagonisti.

Quindi, muniamoci di partenza e cominciamo!

10 piatti detox per rimettersi in forma dopo le feste

Torta kek lapis
Torta kek lapis

Preparazione della ricetta per la torta kek lapis

  1. Tagliate a tocchetti il burro e mettete i pezzi in una ciotola ampia. Aggiungete 300 g di zucchero e montate il composto con delle fruste elettriche, per pochi minuti.
  2. Quando è spumoso, unite 150 g di latte condensato, l’olio e la vanillina; mescolate per incorporare ogni aggiunta.
  3. Aggiungete un tuorlo alla volta, facendo assorbire completamente ciascuno prima di passare al successivo.
  4. In un altro recipiente, unite la farina alla maizena, setacciandoli; aggiungete le spezie (anice stellato, cannella e chiodi di garofano) e mescolate.
  5. Versate queste polveri al precedente composto e lavorate ancora con le fruste elettriche per amalgamare il tutto.
  6. In una ciotola, versate i 7 albumi e montateli con lo sbattitore elettrico; a metà lavoro, cominciate ad aggiungere poco alla volta 50 g di zucchero. Continuando a montare, incorporate anche il cremor tartaro.
  7. Aggiungete gli albumi montati all’impasto e incorporatelo con una spatola, mescolando delicatamente.
  8. Dall’impasto, prelevate circa 300 g e trasferiteli in una ciotola; aggiungete il colorante alimentare e mescolate per colorarlo in modo omogeneo.
  9. Prendete altri 300 g e amalgamateli al colorante verde.
  10. Foderate con carta forno uno stampo per dolci quadrato (23×23 cm) e stendete all’interno 100 g dell’impasto rimasto di colore neutro.
  11. Fate cuocere in forno a 170°C per 5 minuti, fino a quando diventa dorato.
  12. Nel frattempo create una bagna, mescolate 3 cucchiai di burro fuso a 2 cucchiai di latte condensato (40 g).
  13. Quando la base è pronta, spalmateci sopra un leggero strato di bagna. Poi, spalmate sopra la base solo 100 g di impasto rosso e fate cuocere altri 5 minuti.
  14. Una volta cotto, spennellate altra bagna e spalmate 100 g di impasto verde; poi cuocete per 5 minuti.
  15. Continuate ad alternare strati rossi e verdi, intervallandoli con la bagna e cuocendoli sempre per lo stesso tempo.
  16. Una volta fatto, lasciate raffreddare 10 minuti il dolce.
  17. Successivamente, tagliatelo in quattro strisce di uguali dimensioni, posizionatele su un foglio di carta forno, assemblandole in modo che i vari strati colorati compongano un disegno sfalsato. Avvolgetelo nella carta e mettete a rassodare in frigo per 30 minuti.
  18. Nel frattempo, prendete uno stampo rettangolare (33×23 cm) e foderatelo con carta forno.
  19. Spalmate all’interno la quantità restante di impasto dal colore naturale e fate cuocere in forno per la stessa temperatura per 5 minuti.
  20. Una volta cotta la base, spalmatela con la bagna. Posizionate in corrispondenza di uno dei lati più corti le quattro strisce assemblate di vari colori e arrotolatele nella base.
  21. Rivestite con carta forno e mettete in frigo per 2 ore. Trascorso questo tempo, potete servirla!

Conservazione

La torta kek lapis è colorata e deliziosa. Con un po’ di pratica e tanta pazienza, potrete ottenere un risultato gustoso e simile all’originale. Potete conservarla in frigo per 2-3 giorni, in un contenitore.

Se ci avete preso gusto con i dolci scenografici, cimentatevi nella ricetta della torta Zurigo!

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2023 - PC

Torte

ultimo aggiornamento: 02-12-2022


Punch: un vero e proprio toccasana invernale

Trofie al sugo di cernia e melanzane, da leccarsi i baffi!