Troccoli pugliesi con cime di rapa, uvetta e pinoli

I troccoli sono una pasta casereccia tipica della Puglia che ha il pregio di “vestirsi” molto bene con il sugo.

chiudi

Caricamento Player...

I troccoli sono una pasta fatta in casa preparata con farina di semola di grano duro e tagliata con un particolare matterello scanalato, chiamato appunto anche “troccolo”. Assomigliano molto per forma e concetto ai bigoli veneti o agli spaghetti alla chitarra abruzzesi: sono grossi spaghetti dalla superficie ruvida e la sezione quadrata. Se non trovate in negozio nulla di simile, perché non provate a farli in casa, non è difficile come potrebbe sembrare. Lavorate la farina, a seconda di quante porzioni volete fare (tenete presente che è praticamente l’unico ingrediente), con un po’ di acqua tiepida e un pizzico di sale. Dovete ottenere una palla liscia ed elastica che stenderete molto sottile con un matterello su un piano di lavoro infarinato. A questo punto dovrete tagliarla o con l’apposito strumento o con la chitarra e lasciarla riposare 30 minuti prima di usarla.

DIFFICOLTÀ: 2

COTTURA: 25′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 10′

INGREDIENTI TROCCOLI PUGLIESI per 4 persone

  • 350 g di troccoli
  • 350 g di cime di rapa
  • 2 manciate di uvetta passa
  • 2 manciate di pinoli
  • 100 ml di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 pizzico di peperoncino tritato
  • sale q.b.

PREPARAZIONE TROCCOLI PUGLIESI

Mettete a bollire una pentola di abbondante acqua salata per la pasta.

Intanto, in un bicchiere di acqua tiepida fate rinvenire l’uvetta passa. Pulite le cime di rapa eliminando con cura le parti più dure dei gambi, tagliate questi ultimi a pezzettini e le foglie più grosse a pezzi, quindi dividete le cimette.

Quando l’acqua salata bolle aggiungetevi un cucchiaio d’olio e la verdura, tranne le cimette che aggiungerete dopo i primi 5 minuti (per evitare che si disfino mentre il resto della verdura è ancora duro).

Fate cuocere la verdura per 10 minuti dalla ripresa del bollore. Quindi versate in acqua anche la pasta, che sarà cotta non appena viene a galla.

Nel frattempo, fate rosolare nell’olio lo spicchio d’aglio tritato. Aggiungete i pinoli, l’uvetta sgocciolata e ben strizzata e il peperoncino; lasciate insaporire.

Scolate la pasta al dente, versatela nel tegame e mescolate bene. Impiattate condendo ogni porzione con un filo d’olio extravergine a crudo.

Siamo abituati a vedere le cime di rapa come condimento per la pasta, ma possono anche essere un goloso contorno: “Ricetta salva spesa: Cime di rapa con fagioli cannellini“.

Tra le molte ricette con cime di rapa ne abbiamo selezionate altre quattro, oltre a questa per permettervi di cucinare splendidi piatti della nostra tradizione, saporiti e facili da preparare. Scopriteli nell’articolo Ricette con cime di rapa: cinque piatti della cucina mediterranea.