La vellutata di finocchi e patate è un piatto vegano, riscalda con il suo sapore e i suoi aromatici profumi ed è perfetta nelle fredde serate invernali.

La vellutata di finocchi e patate ci avvolge con la sua suadente cremosità. Una volta pronta, è indispensabile filtrarla bene attraverso un colino aiutandosi con un cucchiaio, altrimenti le scorie filamentose, soprattutto dei finocchi, fanno perdere alla vellutata gran parte del suo fascino. La vellutata di finocchi e patate è un piatto vegano, ma chi volesse può insaporirla con una generosa spolverata di parmigiano grattugiato.

DIFFICOLTÀ: 1

COTTURA: 30’

TEMPO DI PREPARAZIONE: 15’

INGREDIENTI PER LA VELLUTATA DI FINOCCHI E PATATE (4 persone)

  • 400 g di patate
  • 800 g di finocchi già puliti
  • 60 g olio EVO
  • 60 g. di cipolle
  • 40 g di farina
  • 1,2 l di brodo vegetale
  • 1 cucchiaio di semi di finocchio
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

PREPARAZIONE DELLA VELLUTATA DI FINOCCHI E PATATE

Quando pulite i finocchi, mettete da parte le barbette, lavatele e fatele asciugare. Serviranno più avanti per la decorazione. Tagliate a dadini i finocchi. Lavate e sbucciate le patate e tagliatele a dadini delle dimensioni di un centimetro.

Versate l’olio in una casseruola e scaldatelo su un fuoco basso. Aggiungete la cipolla tritata grossolanamente, e fate soffriggere per trenta secondi. Aggiungete la farina e mischiate bene e rapidamente. Fate cuocere per due minuti girando continuamente in modo da non far bruciare e attaccare il composto. Aggiungete finocchi e patate, salate e pepate e, girando ogni tanto, cuocete e fate insaporire per 3-4 minuti. Versate il brodo, e portate a bollore su fuoco alto. Abbassate la fiamma e lasciate che la zuppa abbia un leggero sobbollire. Cuocete per 25-30 minuti.

Spegnete il fuoco e frullate molto bene con un frullatore a immersione. Una volta fatto, con un colino filtrate la vellutata, eliminando così le parti fibrose residue. La vellutata deve essere ben liscia e della giusta consistenza e densità. Se fosse troppo densa, allungate con qualche cucchiaio di brodo caldo. Assaggiate ed eventualmente regolate di sale e di pepe. Versate nelle ciotole e decorate con le barbe di finocchio e con qualche seme di finocchio.

Se vi è piaciuta questa ricetta potete provare anche la vellutata di cavolfiore ai semi di sesamo.

FOTO DA: PINTEREST

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 19-01-2017


Braciole di maiale alla contadina con olive greche

Panpepato fondente all’arancia con crema di mascarpone