Ingredienti:
• 600 g di carne trita di manzo
• 150 g di pane raffermo
• 2 uova
• latte q.b.
• 2 cucchiai di parmigiano
• 2 cucchiai di pecorino
• 1 mazzetto di prezzemolo
• sale q.b.
• pepe q.b.
• olio di semi per friggere q.b.
• 1 spicchio d'aglio
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 15 min
cottura: 15 min

Se amate le ricette sfiziose non lasciatevi sfuggire le vrasciole, le polpette di carne fritte tipiche della Calabria.

Tra tutte le delizie calabresi ce n’è una in grado di mettere d’accordo tutti: sono le vrasciole, uno dei finger food sfiziosi che in questa magnifica terra fungono non da secondo come nel resto d’Italia, bensì come aperitivo. Già queso “dettaglio” lascia intuire la ricchezza della cucina della zona, fatta di piatti sostanziosi e saporiti che si susseguono l’uno con l’altro per ore.

Servire le vrasciole per aperitivo serve a preparare stomaco e palato ai piatti seguenti. Ma cos’hanno di particolare queste polpette calabresi? Sicuramente il sapore deciso, talvolta rinforzato da quello della ‘nduja, ma anche la consistenza: la frittura in olio in fatti le rende croccanti fuori, mentre il pane ammollato nel latte ne mantiene morbido l’interno. Insomma, le Vrasciole calabresi sono davvero irresistibili e lo scoprirete anche voi quando una dopo l’altra le divorerete appena fatte!

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

vrasciole
vrasciole

Come preparare la ricetta delle vrasciole

  1. Per prima cosa mettete il pane ad ammollare nel latte per qualche minuto quindi strizzatelo e gettate il latte in eccesso.
  2. Unite nella stessa ciotola la carne, le uova, l’aglio tritato insieme al prezzemolo, i due formaggi grattugiati e un pizzico di sale e pepe. Iniziate a impastare con le mani così da amalgamare tutti gli ingredienti quindi formate le polpette. Dovranno avere forma allungata e dimensioni pari circa a un’albicocca.
  3. Scaldate abbondante olio di semi e friggetele fino a che non saranno dorate in modo uniforme.
  4. Scolatele con una schiumarola e passatele su carta assorbente prima di servirle.

Le vrasciole crotonesi sono ottime anche da gustare durante le gite fuori porta o come pranzo di lavoro. Possiamo quasi considerare le rivali di un altro prodotto tipico a base di polpette, i mondeghili milanesi!

Conservazione

Le vrasciole si mantengono in frigorifero per 3-4 giorni. Potete consumarle a temperatura ambiente oppure riscaldate leggermente in padella.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Polpette

ultimo aggiornamento: 16-04-2022


Tonno di gallina, la ricetta piemontese che non ti aspetti

Pasta ca muddica alla siciliana: semplicità e tradizione