Whole30, la dieta senza sforzi che impazza sul web

Come fare un infuso vegan disintossicante

Il web sembra aver già scelto: la dieta del momento è la Whole30, studiata da Melissa Hartwig e Dallas Hartwig, che promette di dimagrire senza forti rinunce.

Lo diciamo subito: la dieta Whole30 non è una dieta adatta ai vegetariani, perché è tutta basata sull’introduzione di proteine animali, oltre alla frutta e alla verdura.

Creata da Melissa Hartwig e Dallas Hartwig, che l’hanno diffusa attraverso libri, siti web e brochure, questo programma alimentare risale al 2009, ma solo negli ultimi tempi è assurta a vero fenomeno, iniziato negli Stati Uniti e poi propagatosi, attaverso i social network, un po’ in tutto il mondo. Sono milioni le persone che si fanno selfie prima e dopo la dieta, diffondendo ancora di più l’interesse su questo regime alimentare.

In cosa consiste la dieta Whole30?

La dieta in questione si prefigge di perdere diversi chili e di cambiare la vita e il girovita di chi la segue. Questa dieta dura 30 giorni e si compone principalmente di frutta, verdura e proteine animali, quindi pesce, carne e uova.

Sono banditi, con pochissime eccezioni, i carboidrati, gli alcolici, i cibi confezionati, i latticini, gli zuccheri e persino i legumi.

Per quanto riguarda gli zuccheri, le regole sono ferree: non è consentito alcun tipo di dolcificante, nè naturale nè artificiale, quindi neanche il miele.

L’alcol non può essere introdotto, nemmeno per la preparazione dei cibi (per esempio, sfumare il pesce con il vino non è possibile).

Latticini? Vietatissimi. Niente formaggio, mozzarella, latte e derivati.

Naturalmente ci si deve dimenticare anche di pasta, pizza, pane, hamburger ecc.

Gli ideatori di questa dieta consigliano vivamente di non salire sulla bilancia prima di aver concluso tutti i 30 giorni di dieta, nè di effettuare misurazioni del corpo. Questo perché la dieta non è solo perdere peso ma anche preparare il corpo ai benefici che dureranno nel tempo.

Eccezioni alla regola concesse nella dieta Whole30

I legumi sono vietati, eccezion fatta per i fagiolini e le taccole.

Il dolcificante permesso è solo del succo di frutta, mentre per quanto riguarda i condimenti si possono usare aceto (ma senza zucchero) e sale. Il ghee e il burro chiarificato sono altri ingredienti consentiti.

Scoprite anche la dieta liquida: 2 giorni per depurarsi e svegliare metabolismo

Non perderti le altre golose ricette di Primo Chef, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 11-05-2016

Caterina Saracino

X